Elezioni Regione Abruzzo. Per Legnini viaggio in alcune delle aziende d'eccellenza della Val di Sangro
GUARDA LE FOTO

E' stato un viaggio in alcune delle eccellenze produttive della Val di Sangro quello, di oggi, del candidato presidente alla Regione Abruzzo, Giovanni Legnini. Il tour, nel cuore industriale d'Abruzzo, è stato organizzato dalla lista “Legnini Presidente” e in particolare dallo staff della candidata di Atessa, Simona Auriemma. A fare gli onori di casa il sindaco di Atessa, Giulio Borrelli che, assieme ad Auriemma, ha accompagnato Legnini. Il primo stabilimento visitato è stato quello della Honda Italia, e ad accogliere Legnini è stato Marcello Vinciguerra, che, insieme con altri manager, ha illustrato l'azienda. “Attualmente Honda, essendo in alta stagione, - è stato spiegato dal management – conta circa 800 dipendenti. E l'anno produttivo chiude in positivo, con la realizzazione di 103mila veicoli. Per la prima volta, dopo cinque anni, è stata superata quota 100mila”. A Legnini sono state rappresentate anche alcune esigenze, come quella di avere un collegamento con il porto di Napoli e, quindi, è necessaria l'accelerazione dei lavori di completamento della Fondovalle Sangro. Inoltre – è stato detto dai dirigenti Honda – vanno potenziati gli impianti dell'energia elettrica nella zona industriale della Val di Sangro, per evitare interruzioni ed avere, quindi, continuità nell'erogazione. Non ultima, le necessità di continuare a sostenere l'innovazione e di fare in modo che dalle università abruzzesi escano professionalità utili alle aziende della Val di Sangro, che produce un terzo del Pil regionale. Ad esempio, servono ingegneri meccanici, chimici e industriali, figure professionali che non si trovano.

Legnini, lasciando Honda, ha parlato con un gruppo di lavoratori della Honeywell - che aspettano che si definisca, a livello legale e contrattualistico, il passaggio del sito alla Baomarc -, e della ex Blutec, in cui sono in corso trattative per la cessione delle attività da Ingegneria Italia a MA srl.

Incontro, a seguire, con la proprietà della Taumat, che opera nel settore metalmeccanico e che ha realizzato Duck, motociclo elettrico a tre ruote, che prende il nome dal suo aspetto che ricorda quello di un'anatra. E' il mezzo di trasporto ideale per muoversi in città, senza inquinare e fare rumore e con costi neanche paragonabili ai mezzi alimentati da idrocarburi, ovvero appena 1 euro per 50 chilometri percorsi.

Legnini ha quindi raggiunto Valagro, azienda leader, a livello internazionale, nella produzione e commercializzazione di biostimolanti e specialità nutrizionali per l'agricoltura. Il colosso ha di recente avviato la costruzione di un nuovo stabilimento negli USA, che segue all’apertura di un altro sito produttivo strategico, inaugurato ad aprile 2017, in Brasile, nello stato di Sao Paolo.

Fermata poi alla Pelliconi, che realizza, per diverse multinazionali, tappi di bottiglia, con una produzione di 21 miliardi di pezzi l'anno. Tredici le linee di produzione attive e stabilimenti anche all'estero. Ultima tappa alla Verindplast, che si occupa, di verniciatura liquida industriale di componenti in metallo e in plastica ed ha clienti come Honda e Ducati.

Da quasi tutte le imprese è arrivata la richiesta di un miglioramento delle infrastrutture e della necessità di liberare dagli eccessivi formalismi e dalle pastoie burocratiche il mondo imprenditoriale. Inoltre la maggior parte delle aziende ha ribadito la difficoltà nel reperimento di professionalità specifiche.

Legnini, inoltre, al ristorante “La Masseria” di Piazzano di Atessa ha incontrato una folta rappresentanza di imprenditori del territorio che ha anche ringraziato per i progetti innovativi portati avanti e per i risultati ottenuti.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2330

Condividi l'Articolo