Calcio. Serie B. Il Pescara emoziona nel 3-2 col Monza all'Adriatico

PESCARA 3  MONZA 2

Reti: 22’ Galano, 26’ e 39’st Bettella, 18’st rig. Ceter, 45’st Bocchetti

PESCARA (3-5-2): Fiorillo, Balzano (36’st Guth), Bocchetti, Scognamiglio, Bellanova, Memushaj (22’st Crecco), Valdifiori (22’st Fernandes), Omeonga, Jaroszynski, Galano (32’ Maistro), Ceter (37’st Capone) In panchina: Alastra, Antei, Blanuta, Belloni, Ventola, Riccardi, Vokic. All. Breda

MONZA (4-3-1-2): Di Gregorio, Donati (29’st Carlos), Scaglia, Sampirisi, Frattesi (29’st D’Errico), Barberis, Colpani (11’st Barillà), Armellino, Boateng, Machin (11’st Mota). In panchina: Lamanna, Rigoni, Fossati, Maric, Lepore, Pirola. All. Brocchi

Ammoniti: Balzano, Colpani, Capone

Espulso: 17’st Scaglia

Arbitro: Federico Dionisi de L'Aquila. Assistenti: Filippo Valeriani di Ravenna e Marco Della Croce di Rimini. IV Ufficiale: Antonio Di Martino di Teramo

Partita dalle grandi emozioni allo stadio Adriatico dove il Pescara batte allo scadere il Monza con il punteggio di 3-2. Una battaglia vera e propria per la conquista dei 3 punti, terminata come meglio non si poteva per gli abruzzesi capaci di gettare il cuore oltre l'ostacolo. Vittoria meritata per i biancazzurri che mettono in cascina importantissimi punti per la salvezza contro l'avversario più temuto della cadetteria. Il Pescara ci mette un po' per prendere le misure ai biancorossi di Brocchi, capaci di far girare la palla con grande velocità e precisione: il Monza sembra avere un passo diverso rispetto agli abruzzesi, ma è solo un'impressione. Dal ventesimo, infatti, il Pescara riesce a far paura all'avversario che si riscopre vulnerabile sotto gli attacchi dei padroni di casa. È il momento di Galano che prima sblocca il risultato e poi si tocca la coscia ravvisando un problema muscolare che lo costringe di lì a poco alla resa. Non c'è neanche il tempo di esultare che il Monza pareggia con il gol dei uno degli ex di turno, Bettella, lasciato troppo solo in occasione di un calcio di punizione dalla trequarti. Soliti problemi per i biancazzurri sulle palle inattive. Ma il Pescara è una squadra con l'anima e dopo aver spinto sull'acceleratore alla fine della prima frazione di gioco, dà il meglio nella ripresa: quattro occasioni galattiche sui piedi di Ceter vengono fallite clamorosamente dall'attaccante colombiano che non è cinico sotto porta. Ma il gigante si fa perdonare conquistando un calcio di rigore che lui stesso si incarica di battere e segnare. Nell'occasione viene anche espulso Scaglia, già ammonito, autore del fallo di mano sulla rovesciata di Ceter. Un uomo in più e punteggio in favore non limitano le velleità del Monza che se la gioca al meglio proprio in questa fase di gioco. E dopo aver sfiorato in più di un’occasione il pari, questo arriva per opera, e per testa, di Bettella a sei minuti dal novantesimo. Doppietta per il difensore che a Pescara aveva lasciato bellissimi ricordi. Ma il Pescara oggi è una squadra di mister Roberto Breda, mica pizza e fichi: da qui la voglia di cercare il gol della vittoria, da qui il desiderio di battere l'avversario quando ci si potrebbe anche accontentare di un pareggio che sarebbe stato comunque prezioso. È il novantesimo quando Jaroszynski scaglia con tutte le sue forze un pallone verso la porta biancorossa, ma Bellusci è sulla traiettoria e sventa il gol dell'esterno, oggi in grande spolvero come il suo collega Bellanova. Sull'azione del corner si accendono la mischia e la fiamma di vita del Pescara che trova la zampata vincente di Bocchetti il quale non riesce a trattenere né la corsa verso la tribuna, né l'urlo di gioia, sebbene fosse trattenuto e sommerso dai compagni di squadra in festa. I pochi minuti rimanenti sono fatti di palle spazzate dai biancazzurri e da lanci lunghi dei biancorossi, fino al triplice fischio finale di Dionisi che sancisce molto più di una vittoria da parte degli adriatici. Il Pescara, infatti, ora sa che può combattere, sa di avere un'anima, sa che non scende in campo con la certezza della sconfitta, sa che la vittoria può anche essere conseguita con la volontà. Quella contro il Monza è la vittoria di tutti i biancazzurri, diventati improvvisamente un gruppo da un mese a questa parte, grazie all'intervento di Breda che ha dato solo certezze nonostante la sua umiltà. Rigenerati anche i giocatori come i già citati Bellanova e Jaroszynski, da considerare come il vero e proprio motore della squadra. Partita da incorniciare anche per Valdifiori, quest'anno è la prima gara positiva, Omeonga e Galano, finché è stato in campo. Elogi anche per Ceter: non ricordiamo un attaccante con le sue caratteristiche da decenni a Pescara. È talmente imponente che, se non lo si anticipa, è praticamente impossibile da fermare con le buone e le occasioni con lui fioccano. Infine, una medaglia per capitan Fiorillo: come sempre, più di un intervento che richiama al miracolo.

La corsa alla salvezza in questo dicembre non ha pause: martedì allo stadio Adriatico arriva un nuovo cliente difficile, il Brescia.

IL FILM DELLA PARTITA

2’ Pericolo in area biancazzurra con Boateng che si avventa su un cross dalla destra, ma Fiorillo riesce a toccarla quanto basta per permettere alla difesa adriatica di allontanare
12’ Armellino ci prova dalla distanza, ma Fiorillo è attento e devia a mano aperta allungandosi sulla destra
13’ Sinistro di Frattesi dalla lunetta e palla fuori di poco, ma Fiorillo aveva controllato
20’ Da azione di calcio d'angolo la palla giunge al limite per la botta di Bellanova, ma la difesa del Monza respinge
21’ Palla lunga per Galano, Di Gregorio esce oltre il lato corto dell'area di rigore contando di arrivare in anticipo sul pallone, ma la sfera resta fuori dell'area non permettendo l'intervento del portiere con le mani, Galano gli ruba il pallone, ma non è pronto a passarlo a un compagno in posizione migliore, tentando il tiro che viene rimpallato
22’ Goooooooooooool del Pescara! Galano al volo trova lo spiraglio giusto e impallina Di Gregorio dopo una bella sponda di testa di Ceter, sempre determinante!
26’ Pareggio del Monza con un gran colpo di testa dell'ex Bettella che, tutto solo, svetta schiacciando la sfera su punizione dalla trequarti: per Fiorillo non c'è niente da fare. Gara di nuovo in equilibrio
29’ Ancora una palla buona sui piedi di Bellanova al limite dell'area biancorossa, ma il suo sinistro esce di poco a lato
32’ Galano è costretto alla resa per un infortunio. Al suo posto entra Maistro
41’ Omeonga trova lo spazio per tirare dai 25 metri, ma il pallone è deviato sulla traversa dalla difesa del Monza schierata
45’ Segnalati 2 minuti di recupero
47’ Colpo di testa di Bocchetti su punizione dalla destra di Memushaj e palla alta
47’ Finito il primo tempo: gran bel Pescara al cospetto di una squadra, il Monza, costruita per il salto di categoria
2’st Punizione dalla destra di Barberis e colpo di testa violento di Sampirisi che non trova la porta
3’st Il Pescara chiede un fallo di mano in area biancorossa da parte di Colpani, ma per l'arbitro
4’st Incredibile occasione fallita da Ceter davanti alla porta avversaria: il poderoso attaccante biancazzurro, a tu per tu con Di Gregorio, spara a botta sicura sul portiere che respinge alla disperata!
5’st Altra palla importante sui piedi di Ceter che arriva in area avversaria, ma la sua conclusione è respinta
7’st Il Pescara colleziona un'altra importantissima occasione, sempre con Ceter che in spaccata devia un cross rasoterra di Omeonga, ma la palla esce a lato
8’st Quarta occasione consecutiva per Ceter che si libera in area monzese lasciando partire un tiro forte, ma sulla traversa
10’st Il Monza allenta la pressione con un tiro di Armellino respinto da Fiorillo col ginocchio
17’ Rigore per il Pescara! Ceter stoppa il pallone di petto e rovescia, ma la sfera è intercettata da Scaglia con la mano! È rigore ed espulsione per secondo giallo nei confronti del biancorosso
18’st Goooooooooooooooool del Pescara! Ceter spiazza dagli undici metri Di Gregorio portando nuovamente in vantaggio i biancazzurri
20’st Ceter non aggancia un cioccolatino servito da Maistro davanti a Di Gregorio in area di rigore avversaria e l’azione sfuma
27’st Boateng prova a imitare Ceter rovesciando in area biancazzurra, ma il pallone esce a lato
31’st Sventola in diagonale di Boateng, ma una serie di rimpalli porta il pallone sul fondo
34’st Incredibile respinta di Fiorillo su girata da breve distanza di Mota! Pazzesco intervento del portiere biancazzurro!
35’st Colpo di testa di Barillà che supera la traversa di Fiorillo
39’st Pareggio del Monza con un colpo di testa di Bettella che fa malissimo alla sua ex squadra!
44’st Gran sinistro di Jaroszynski deviato sul fondo da Bellusci!
45’st Gooooooooooooooool del Pescara! Bocchetti la mette dentro in mischia in area biancorossa! Cosa sta succedendo all’Adriatico! Nuovo vantaggio biancazzurro!
48’st Finisce la partita! La battaglia dello stadio Adriatico finisce 3-2 per il Pescara!  19 dic. 2020

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 474

Condividi l'Articolo