Regione Abruzzo, approvata la nuova Legge urbanistica. 'Applicata la ghigliottina', proteste dall'opposizione

Approvato, oggi, in Consiglio regionale a L'Aquila, la nuova Legge urbanistica, che riforma la Legge numero 18 del 1983, "non più rispondente alle esigenze del territorio".

Si fa i complimenti il centrodestra per il risultato raggiunto, ma dall'opposizione arrivano aspre critiche. "Applicatala ghigliottina", protestano i 5Stelle.

"La nuova Legge arriva a distanza di 40 anni dalla precedente - afferma il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio -. Fino ad oggi il settore, in Abruzzo, era regolato da una legge dell’83, un’era geologica fa, una legge assolutamente inadeguata ai bisogni contemporanei e all’urbanistica moderna. Oggi abbiamo una legge che affronta i temi attuali. Si passa dalla espansione edilizia alla riconversione, alla rigenerazione urbana, zero consumo di suolo, attenzione estremo alla difesa dell’ambiente, all’equilibrio e soprattutto, alla qualità architettonica. Elementi importanti inseriti all’interno di questa norma che permetteranno ai professionisti, alle amministrazioni comunali e ai cittadini di avere uno strumento moderno ed efficiente che supera decenni di stallo. Le norme esistenti  erano ormai  inadeguate e anacronistiche".

"E' una giornata storica, una legge urbanistica al passo con i tempi, che tutela l'ambiente e agevola lo sviluppo del territorio in modo sostenibile ed efficiente - commenta l'assessore regionale all'Urbanistica, Nicola Campitelli -. La nuova legge è nata con un lavoro sinergico tra gli ordini professionali, le associazioni e i cittadini che hanno potuto proporre migliorie attraverso il portale regionale. E' strutturato - aggiunge Campitelli - su tre linee guida principali: riduzione del consumo di suolo, la rigenerazione urbana, quindi maggiori attenzione sul rischio sismico e il dissesto idrogeologico, e la semplificazione delle procedure per pianificare il territorio in maniera completamente diversa rispetto a quanto fatto fino a oggi aumentando la qualità urbanistico-ecologica ed edilizia. Diverse amministrazioni regionali hanno intrapreso l'iter di riforma, senza mai raggiungere l'obiettivo.Questo governo regionale ha saputo cogliere l'ambizioso obiettivo. Ringrazio - conclude l'assessore - tutti, tra cui i consulenti esterni e l'architetto Vincenzo Pellegrini".

"E' stata applicata in Consiglio regionale la manovra della cosiddetta “ghigliottina”, per l’approvazione della nuova legge - tuonano, invece, il capogruppo del M5S Francesco Taglieri e i consiglieri pentastellati presenti in aula Giorgio Fedele, Barbara Stella e Domenico Pettinari -.  Il fatto che si applichi questo tipo di bavaglio, su una legge così importante, - rimarcano - la dice lunga su quanto il centrodestra sia disposto a sacrificare in termini di ascolto dei territori, pur di avere una stampella in più a tener su la becera propaganda di cui è maestro. Aver impedito alle opposizioni di portare in aula le proprie proposte significa aver impedito ai portatori di interesse, che su quelle proposte hanno lavorato, la possibilità di vederle approvate. Il motivo dell’indifferibile urgenza è stato espresso chiaramente in Commissione capigruppo dall’assessore Campitelli, che ha chiesto l’applicazione del regolamento che taglia di netto la voce alle opposizioni, perché, e solo perché, siamo a fine legislatura. Una barzelletta che farebbe ridere se l’Abruzzo, anche oggi, non avesse pagato a caro prezzo il pressapochismo di chi lo amministra".  
 
"Questa - aggiungono i 5 Stelle - è una norma che l’Abruzzo attende lunghissimo tempo, ma che, per come approvata, non sarà utile. E sia chiaro che non lo diciamo solo noi.
Nella norma non c’è nulla sulla transizione ecologica, sul Piano ambientale, sul consumo del suolo, sulla sicurezza sismica e su tutte le emergenze, quelle sì urgenti, alle quali il centrodestra è stato incapace di dare risposte. Ma probabilmente per questi signori è importante mettere un’altra medaglia al petto sull’approvazione di una legge, poco importa se sia di stagno e coperta da una velata cartina dorata, perché probabilmente l’obiettivo è quello di arrivare al 10 marzo". 21 nov. 2023
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1450

Condividi l'Articolo