Gessopalena. Esplode bombola di gas conficcata nel terreno: ustionato gravemente. Bruciata anche serra
GUARDA LE FOTO

Un'esplosione improvvisa, un boato incredibile, mentre stava ripulendo un terreno di proprietà. Stava rimuovendo le erbacce, per sistemare una recinzione. E' rimasto gravemente ustionato.

L'incidente è successo intorno alle 12.20 di questa mattina in contrada Lago a Gessopalena (Ch), ai confini con Lama dei Peligni (Ch). Nicola Innaurato, 75 anni, tecnico Enel in pensione, zappava nei pressi di un capannone-serra di proprietà, vicino a casa. Stava togliendo sterpaglie, quando c'è stato lo scoppio. Un botto tremendo.

Che, dall'ipotesi più accreditata dalle forze dell'ordine, è stato causato da una bombola di gas che era semi conficcata tra le zolle. Nel tentativo di rimuoverla, è deflagrata, creando una voragine e generando una gran fiammata che ha investito il pensionato in pieno.

Il fuoco che ne è scaturito ha anche scatenato un incendio che ha avviluppato e completamente distrutto l'adiacente serra e rimessa, dove l'uomo, amante della campagna, coltivava funghi. Inceneriti mezzi e attrezzi agricoli e anche diverse automobili. 

La vittima è stata soccorsa immediatamente dai familiari, tra i quali ci sono due medici, uno del Pronto soccorso di Lanciano. E' stato allertato il 118. I sanitari hanno fatto arrivare l'elicottero e il ferito, con bruciature di terzo grado al volto, agli arti e al torace, è stato trasportato, in codice rosso, all'ospedale di Pescara, dove è ricoverato in prognosi riservata.

Sono in corso accertamenti da parte dei vigili del fuoco di Casoli (Ch) da cui si aspetta una relazione chiarificatrice, perché all'inizio si è parlato dello scoppio di un ordigno bellico.  Indagini dei carabinieri della compagnia di Lanciano (Ch), intervenuti per approfondire e dipanare il caso. Un'informativa sarà rimessa in Procura a Lanciano.  09 dic. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

SULL'ARGOMENTO LEGGI ANCHE

FOTO ABRUZZOLIVE.TV

totale visualizzazioni: 5617

Condividi l'Articolo