Dall'Abruzzo ecco lo spray anti coronavirus alla Centerba... Usato anche ai tempi del colera

Si tratta decisamente della novità più gustosa e utile di questa estate in Abruzzo. L'utilizzo della Centerba Toro come disinfettante era già… nell'aria.

La storica azienda di Tocco da Casauria (Pescara), una delle più antiche sul territorio nazionale con i suoi 203 anni di storia, torna a far rumore con il proprio prodotto di punta, con il quale è conosciuta in tutto il mondo. E questo grazie a un’intuizione tanto semplice quanto innovativa: lo spray nebulizzatore Centerba.

Il liquore, settanta gradi e senza zucchero, con il suo gradevole profumo di erbe di montagna abruzzesi, è l'ideale per disinfettare mani, ma anche cibo e bocca: ci si è chiesti, allora, perché non utilizzarlo al posto dei classici prodotti anti Covid19? Del resto, lo sapevano tutti anche all'epoca del colera a Napoli nella prima metà del 1800, quando carretti carichi di Centerba partivano ogni giorno alla volta della città partenopea per essere usati con fini medicinali. I documenti storici conservati in azienda ne danno testimonianza. Il liquore era considerato prodigioso già nelle case di Tocco e dai monaci dell’abbazia di San Clemente a Casauria (Pescara) prima che un avo della famiglia Toro, lo speziale Beniamino, decidesse di produrlo e venderlo nella sua farmacia nel 1817.

Partita dalla farmacia, quindi, la Centerba in formato spray torna nella farmacia, ma anche in tabaccheria, negli alimentari o nei negozi di abbigliamento, perché in questi mesi tutti abbiamo imparato l'importanza di igienizzare le mani. L’infuso sta riscuotendo consensi proprio perché si tratta di un prodotto locale e, in quanto a campanilismo, l'Abruzzo non è secondo a nessuno: proprio per questo motivo potremmo definire il successo dello spray alla Centerba come non inaspettato, ma addirittura atteso. Già ai tempi dell’Expo di Milano l'azienda si era presentata con il suo profumo d'Abruzzo da nebulizzare sul polso degli interessati: anche in quella occasione fu una piacevole scoperta per tanti. 

In tempo di Covid, il gadget più ricercato, dalla majella al Gran Sasso e in riva all'Adriatico, potrebbe essere proprio questo spray: una sorta di status symbol della regione, che può vantare di potersi igienizzare le mani in un modo suo, peculiare e unico.

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1037

Condividi l'Articolo