Coronavirus. Lanciano. 'Il Comune ci aiuti': le richieste dei commercianti

Sono 170 le micro, piccole e medie imprese che, unite nel comitato spontaneo "Insieme una forza", sollecitano il Comune di Lanciano (Ch) ad adottare "misure a sostegno dell’economia del territorio".

In un periodo di profonda crisi, generato dal coronavirus, ecco le richieste avanzate: parcheggio gratuito in tutta la città fino alle festività natalizie incluse; sospensione di tutte le Ztl, almeno fino alla soluzione globale della pandemia, con gestione flessibile che favorisca alle attività commerciali e ai pubblici esercizi l’uso per servizio a domicilio; suolo pubblico gratuito fino alla prossima estate 2021 per bar, ristoranti e per tutte le attività produttive in genere per nuove iniziative commerciali per gli esercenti al dettaglio; gravi fino all'esenzione, proporzionali ai danni ricevuti, al calo dei fatturati e sino al ritorno all’equilibrio economico e alla redditività… di Tari, Irap, addizionali Irpef (comunale e regionale), Imu e Tasi e di tasse locali e regionali, abbuono delle utenze 2020 acqua e rifiuti. 

Il comitato vorrebbe anche la creazione di una "Consulta permanente con le parti civiche per la riqualificazione urbana" e un appello del sindaco, Mario Pupillo, "ai proprietari degli immobili delle attività produttive e professionali della città invitandoli a calmierare gli affitti e a condividere in qualche misura il rischio d'impresa con i loro locatari (affitti ridotti e aggancio ai fatturati). Attuazione di ulteriori iniziative volte a veicolare un consumo che privilegi l’economia locale già duramente provata negli ultimi anni".      01 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1030

Condividi l'Articolo