Atessa. Infortunio alla Tiberina Sangro: operaio investito da muletto, ed è sciopero

Un infortunio sul lavoro, l'ennesimo, stando alla denuncia del sindacato, ed è sciopero. Si è verificato ieri nello stabilimento della Tiberina Sangro, ad Atessa (Ch). Azienda che conta 400 addetti e che fa parte del pianeta Sevel.

L'incidente è avveuto nel magazzino, dove un operaio, alla guida di un carrello elevatore, ha travolto, in retromarcia, durante una manovra, un altro dipendente, F.A., del '70, di Lanciano. L'uomo, che stava effettuando controlli di qualità sulla componentistica da inviare per la produzione del Ducato, si è fatto male ad una gamba ed è stato portato in ospedale, con l'ambulanza, a Lanciano. Sono stati i colleghi a chiedere i soccorsi. Il ferito ha riportato la frattura scomposta del perone, con prognosi di 30 giorni. Intervenuti anche i carabinieri  di Atessa per i rilievi di legge.

"Più volte - denuncia l'Usb - Unione sindacale di base in una nota - abbiamo evidenziato problemi e carenze, con la speranza che questi venissero affrontati, anche in un incontro con la direzione, che non c'è mai stato. E per episodi del genere - viene aggiunto - riteniamo che la colpa vada ricondotta agli eccessivi carichi di lavoro per i quali, a volte, si è costretti a correre, per stare dietro ai ritmi produttivi". Tra le tante segnalazioni effettuate, a ripetizione, nei mesi scorsi - sottolineano - ci sono proprio le questioni che hanno provocato l'ultimo incidente, ossia la mancanza di segnaletica orizzontale e verticale e la velocità eccessiva dei carrelli".

Quindi oggi astensione dal lavoro, per due ore, su tutti i turni, e braccia incrociate anche domani, dalle 4 alle 6 di mattina. "Speriamo adesso - conclude il sindacato - che le criticità vengano affrontate".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6169

Condividi l'Articolo