Lanciano. 'Attenti, neri sospetti davanti a scuola'. Fake news scatena psicosi collettiva. Picchiato malcapitato

"Tre persone sospette, con la pelle nera, appostate davanti ad una scuola": un post su Facebook, con una foto che mostra una persona di spalle, poi fatto girare anche su Whatsapp, scatena la psicosi collettiva a Lanciano (Ch). Soprattutto tra i genitori che hanno ragazzi in età scolare. 

Secondo le forze dell'ordine si tratta di una fake news, e su questo ci sono indagini, ma intanto polizia e carabinieri sono stati costretti, stamattina, per capire che stesse succedendo e per una questione di sicurezza, ad effettuare controlli, anche in borghese, davanti agli istituti della città, elementari e medie. Il messaggio allarmistico si riferiva, in particolare, alla "D'Annunzio". 

E qui, un povero malcapitato, un indiano di 25 anni, residente nel quartiere Santa Rita, è stato picchiato, in via Masciangelo. L’unica sua colpa è stato di essersi trovato davanti al plesso scolastico, dopo che l'allerta e la preoccupazione, tra famiglie, era cresciuta all’impazzata. 

Alle 8.30, l’aggressione all’incolpevole extracomunitario. E’ stato assalito e preso pugni in faccia. L’uomo non parla italiano e si è molto spaventato per l’accaduto; non presenterà denuncia.

La caccia al mostro è nata da una segnalazione anonima e generica sui social che dal commissariato  pensano di catalogare come una falsa notizia. Si sta lavorando per identificare l’autore del post, innanzitutto per meglio verificare l’attendibilità delle sue considerazioni e a cosa si riferisse per davvero, quindi per capire se invece si tratta semplicemente di procurato allarme a cui seguirà denuncia.

 Tutto è partito nella tarda serata di ieri con il messaggio, assolutamente vago, che recita: “Alcuni genitori hanno notato tre persone in tre punti diversi che osservavano la scuola, nel momento in cui un genitore va verso di loro si sono allontanati. La polizia l’ha riconosciuto come soggetto già segnalato e avvistato di fronte ad altre scuole. Sono tre persone sospette, di colore, una più alta del normale e una donna, cerchiamo di stare molto attente e vigili per la sicurezza dei nostri figli. Chiamate le forze dell’ordine se li notate". 21 nov. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2777

Condividi l'Articolo