Chili di droga in casa: condannata mamma 31enne di Lanciano

La signora della droga. Lo scorso agosto fu arrestata per possesso di oltre un chilo e 200 grammi di stupefacente e ieri il gip Giovanni Nappi l’ha condannata, col patteggiamento a 3 anni e 4 mesi di reclusione e 30 mila euro di multa.

Cle. M., 31 anni, di Lanciano (Ch), difesa dall’avvocato Paolo Sisti, sconterà la pena ai domiciliari. Ha bimbi piccoli, come chiesto dalla difesa. Lo scorso agosto la donna era sotto osservazione dei carabinieri di Atessa per la sua intensa attività di spaccio di droga nell’area frentana e sangrina, in particolare nei dintorni dei locali della movida di Fossacesia (Ch). Durante una perquisizione le hanno trovato un chilo di hascisc e due etti di cocaina, nonché 2mila euro in contanti. Quindi altre dosi occultate in un pacchetto di sigarette. Finì al carcere femminile di Chieti poi ai domiciliari.

L’imputata è stata ammessa anche a due riti abbreviati, il 23 novembre prossimo; per un altro caso di spaccio di 58 grammi di cocaina, accertato a Rocca San Giovanni nel giugno 2022, e per la vicenda, in concorso con altre due donne già condannate di recente, per usura, estorsione e ancora droga che sarà discussa il 2 ottobre. Vittima dell’usura una commerciante di Lanciano già in crisi economica a causa della pandemia. Lei ha avuto la posizione stralciata rispetto alle altre due imputate incensurate. L’imprenditrice, secondo l’accusa, si è rivolta a una di loro per un prestito iniziale di 900 euro e pian piano ne restituisce 21mila. Ma doveva continuare a dare altre migliaia di euro che si è rifiutata di pagare. In alcuni casi tasso usurario giunto al 5mila per cento.

L’attività investigativa, coordinata dal pm Francesco Carusi, è stata condotta dalla polizia. Tutto è partito dalla denuncia della vittima, patrocinata dall’avvocato Daniela Giancristofaro, che chiede 38.750 euro di danni. La vittima è stata minacciata dell’incendio delle proprietà e ritorsioni da parte di fantomatici usurai, mala napoletana e famiglie rom. Cle. M. ha avuto ancora i domiciliari per lo spaccio di cocaina fino a 80 euro il grammo, ma non per usura trattandosi di fatti del 2017 - 2018. 09 mag. 2023

WALTER BERGHELLA

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 7582

Condividi l'Articolo