Un boato tremendo e l'abitazione di via San Francesco è stata devastata. Un'esplosione, intorno alle 9 di stamattina, ha distrutto un'abitazione nella zona sud di Avezzano (Aq): quattro i feriti. La deflagrazione, che ha sventrato il tetto e poi fatto crollare tutta la casa, si è sentita fino al carcere, dove è scattato l'allarme per mettere in sicurezza i detenuti. Quattro i feriti e  nessuno in gravi condizioni: Roberto Marziale, 53 anni, è rimasto sotto le macerie per un paio di ore con le gambe incastrate sotto una trave. Ora è ricoverato all’ospedale di Avezzano per molteplici traumi ma è stato dichiarato fuori pericolo.

Lievi ferite per la madre, Ida Santucci, 75 anni, anche lei  in ospedale, che era in cucina. Ferite alla testa invece per l’altro familiare, Tonino Santucci, carrozziere, che abita nella casa accanto e un pezzo di soffitto gli è crollato in testa. Si trova in osservazione al Pronto soccorso del capoluogo marsicano. Un’altra donna, una vicina, invece ha riportato solo qualche graffio ed è stata medicata dal personale del 118.  Sul posto i vigili del fuoco, i vigili urbani, le ambulanze del 118, della Croce Verde e della Misericordia. A scatenare quell'esplosione, come precisato dai vigili del fuoco, una fuga di gas metano.

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 378

Condividi l'Articolo

Video correlati