Vuole essere un messaggio di pace e libertà l’affresco-graffiti dedicato alle truppe canadesi dal titolo “Un soldato canadese” realizzato dall’artista italo russa Dina Vodovenko.

L’opera è stata inaugurata in contrada Paglieroni di Treglio (Ch). Il sindaco, Massimiliano Berghella, e il suo esecutivo hanno voluto sottolineare con questa suggestiva espressione artistica e con un convegno che ha visto una affollata platea e la partecipazione di studiosi e storici, l’80esimo anniversario dell’attacco alle alture di Treglio del 2 e 3 dicembre del 1943 da parte della Brigata irlandese.

Per l’inaugurazione è stato utilizzato il nastro rosso, perché rosso è il colore che usano nei paesi anglosassoni per ricordare i caduti. Il nastro tenuto da due donne dalla doppia cittadinanza italo canadese e italo polacca è stato tagliato da una bimba, Vittoria, di 6 anni, pure lei italo-canadese. I reperti di quei drammatici anni occupano un ampio spazio della sala e continuano a catturare l’attenzione di chi entra non solo per la prima volta. Sono pezzi che raccontano di un periodo di guerra, di, sofferenze, di miseria ma racchiudono anche le amicizie e le relazioni che si crearono in quegli anni così difficili.

Abbiamo voluto ricordare questo periodo storico molto importante per la nostra comunità ha spiegato il vice sindaco e assessore alla cultura Orlando Bellisario che è pure autore di ricerche storiche sul territorio nonché presidente onorario dell’associazione Paglieronese.

L'assessore Bellisario: "Dell’evento abbiamo informato anche l’Ambasciata del Canada in Italia e l’Istituto Centrale per i Beni Audiovisivi e sonori che partecipa con il suo dirigente e questo per noi è un dato significativo”. 05 dic. '23

Servizio di PINA DE FELICE e MASSIMILIANO BRUTTI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 771

Condividi l'Articolo