Torricella Peligna. Ecco le opere finaliste del Festival letterario 'John Fante'

Decretate ieri, a Roma,  in un incontro che si è svolto nella "Casa delle letterature", nell'ambito della manifestazione "Letterature Festival Internazionale di Roma", le tre opere finaliste del Premio intitolato a John Fante.

I finalisti, decisi tra una rosa di nove scrittori, sono stati scelti dalla giuria tecnica (Maria Ida Gaeta, Masolino D’Amico, Francesco Durante, Simona Baldelli), dalla direttrice artistica del John Fante Festival “Il dio di mio padre” Giovanna Di Lello e dal sindaco di Torricella Peligna (Ch), Carmine Ficca.
 
Queste le opere prime che si contenderanno lo scettro: Emanuela Canepa, con "L’animale femmina"  di Einaudi; Sandro Frizziero,  con "Confessioni di un Neet", edizioni Fazi;  Daniele Mencarelli,  con "La casa degli sguardi" di Mondadori. 

I finalisti saranno ospiti del John Fante Festival "Il dio di mio padre", durante il quale sarà annunciato il vincitore. L'appuntamento letterario, alla  XIV edizione, è previsto dal 23 al 25 agosto a Torricella. L'iniziativa, fin dalla prima edizione, è organizzata, dal Comune di Torricella, per ricordare e omaggiare lo scrittore americano John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese. Quest’anno si festeggiano i 110 anni dalla nascita dello scrittore (1909-2019) e gli 80 anni dalla pubblicazione del romanzo “Chiedi alla polvere” (1939-2019).

Ecco gli altri semifinalisti: Lorena Fiorelli, con "Le convenienze" di Castelvecchi Editore; Heddi Goodrich con "Perduti nei Quartieri Spagnoli" edito da Giunti; Alessandro Milan,, con "Mi vivi dentro" di Dea Planeta Libri; Paola Peretti, con "La distanza tra me e il ciliegio" di Rizzoli; Marinella Savino,  con "La sartoria di via Chiatamone" di Nutrimenti; Davide Staffiero, con "Il programma" di Eclissi Editrice. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 232

Condividi l'Articolo