'Riscopriamo il presepe' da oggi all'8 gennaio a Lanciano. Focus su 'Natività nell'arte' e umorismo

Gran fermento nel suggestivo spazio dell’auditorium Diocleziano dove oggi prende il via la 32esima edizione di “Riscopriamo il presepe”, appuntamento diventato irrinunciabile. E le circa 9 mila presenze dello scorso anno sono la testimonianza del richiamo che questa mostra, organizzata dall’associazione “Amici di Lancianovecchia”, esercita.

Fino all’8 gennaio 2024 i visitatori potranno ammirare l’antica ma sempre attuale arte dei presepi. Ci sono espositori che, come sempre, arrivano da varie regioni d’Italia per far conoscere l’originalità e la bellezza delle loro creazioni. Non è quindi solo una esposizione, per quanto speciale e significativa, ma è anche l’occasione di promuovere Lanciano e il territorio. “Le migliaia di visitatori e i consensi che ogni anno riceviamo ci dicono che le scelte fatte sono state quelle giuste – sottolinea Raffaele Filippone, presidente dell’associazione e convinto sostenitore di questa manifestazione che lo vede sempre impegnato in prima linea –. C’è un grande lavoro per organizzare un simile evento, ma l’impegno viene ripagato dal risultato e dal numero sempre più consistente di presenze”.

La mostra inserita nel cartellone delle manifestazioni comunali di Natale, è strutturata in varie categorie tra cui quella dei presepisti con opere sulla Natività nell’Arte. “Protagonista qui è l’artista Emanuela Pancella, da lei è curata la "Natività nell’arte" – spiega Filippone – con una serie di icone che di certo cattureranno l’attenzione di tutti. Uno spazio è riservato al concorso delle scuole, con le classi degli istituti dell’infanzia e delle primarie e medie della provincia di Chieti. Ma la novità di questa edizione è il settore del presepe umoristico. Un’idea brillante del compianto Tommaso Di Francescantonio, amico di questa rassegna che aveva appunto pensato a un angolo da destinare alla satira, perché si può sorridere e ridere anche guardando un presepe. Stiamo recuperando le sue straordinarie vignette, perché vogliamo continuare a valorizzare questo singolare settore”.

Le associazioni che hanno scelto di partecipare, espongono nel settore dedicato a Giuliano Pizzacalla, indimenticato custode comunale, collaboratore attento e disponibile delle associazioni. E per la tredicesima volta viene messa in palio una targa in sua memoria. Tutti i presepisti, le scuole, le associazioni saranno premiati nel corso della cerimonia che si terrà l’8 gennaio 2024 con una stampa artistica a tema sacro che riproduce una delle icone realizzate dall’artista frentana Emanuela Pancella.

“Anche questa edizione si annuncia ricca, con lavori realizzati con cura e passione, ognuno diverso sia per la scelta dei materiali che per la raffigurazione – aggiunge  Filippone –. Stiamo partecipando anche a una rassegna del presepe che vede la presenza di tutte o quasi le regioni italiane, un coinvolgimento che ci riempie di orgoglio e di soddisfazione per il lavoro portato avanti in tutti questi anni”. E magari arriverà pure un meritato premio nazionale.

L’orario di apertura della mostra va dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 20 nei giorni festivi e dalle 10 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 nei feriali.

Il biglietto di ingresso è di 1 euro e 50 per gli adulti e 0.50 per i bambini. 06 dic. 2023

PINA DE FELICE 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 781

Condividi l'Articolo