Venti anni di solidarietà e aiuto alle donne per 'I colori dell'Iride' di Lanciano
GUARDA LE FOTO

La voce di una delle donne più autorevoli del parlamento italiano, la prima presidente della Camera dei deputati, Nilde Iotti, nel docufilm di Emanuela Piovano “Con voce di Nilde” è risuonata forte e chiara nell’affollata sala del Polo Museale per festeggiare i 20 anni dell’associazione culturale donne “I colori dell’Iride”.

Presente Manuela Morgante, presidente della fondazione Nilde Iotti, che ha avuto parole di apprezzamento per l’opera del sodalizio. Perfetta la scelta del docufilm per sottolineare lo spirito, i valori e il ruolo di un gruppo di donne che l’8 marzo del 2004 fondavano l’associazione con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il talento delle donne in tutte le sue espressioni artistiche e culturali, ma soprattutto per far sentire la voce dell’universo femminile, troppo spesso inascoltata, rispetto ai tanti problemi che affliggono anche la nostra comunità e il nostro territorio.

Sono circa 100 le iniziative pubbliche e nelle scuole che nel tempo hanno contribuito in termini costruttivi alla vita culturale della città. Non è stato facile nemmeno per la presidente stilare una sorta di percorso delle tante attività messe in campo: di certo è stato un cammino nei ricordi emozionante e pure soddisfacente per l’impegno profuso e i risultati ottenuti. “Tra le tante iniziative tengo a evidenziare la presentazioni di libri di scrittrici (Francesca Vecchioni, Donatella Di Pietrantonio, Giulia Alberico, Maristella Lippolis tanto per citarne alcune) che hanno offerto l’occasione per riflettere e confrontarsi su tematiche femminili di grande attualità – dice la presidente Patrizia Di Rocco – abbiamo anche realizzato un video di testimonianza di donne sulla guerra, con particolare riferimento al 6 ottobre; sono stati promossi incontri sui temi della violenza con la presenza attiva di psicologhe, dottoresse e avvocatesse nonché incontri di sensibilizzazione rispetto a problemi della salute delle donne e dei giovani. Siamo convinte che occorra continuare a vigilare e combattere perché i diritti delle donne siano diffusi, garantiti e incrementati”.

L’associazione ha attivato importanti forme di collaborazione con le altre associazioni culturali e sociali del territorio: Fondazione Abruzzese Scienze per la vita, Croce Rossa e AnxaGas, Anpi, Associazione Maria Luisa Brasile, Associazione La Luna di Seb per il Premio Donna Bontà. “Con l’associazione Social photography Street 6212 abbiamo realizzato calendari benefici dal 2014 al 2019 con foto e commenti scritti dedicati a temi che riguardano il mondo femminile. Un progetto che vorremmo riprendere e che era stato interrotto dalla pandemia è libro in cerca di amici, nato per incentivare la lettura”.

Il sodalizio ha collaborato con la rete antiviolenza della città in una costante collaborazione con i centri antiviolenza Daphne e Donn’è. E l’8 marzo 2009 con l’obiettivo di offrire un aiuto concreto alle donne, a quelle che vivono condizioni di disagio e difficoltà è nato S.olidarietà O.rientamento S.ostegno (Sos) Iride, uno sportello di ascolto che ha accolto tante donne.

“Il bilancio di questa attività è positivo – ha spiegato Pina D’Ottavio responsabile dello Sportello Sos Iride – per il numero di donne che hanno chiamato e chiamano il nostro numero 3927771593, alle richieste rispondiamo con una rete di soccorso stabilita con altri centri e associazioni. Chiamando il nostro numero ogni donna viene ascoltata senza essere giudicata. Non esistono pregiudizi, ma solo attenzione e sostegno, in un clima di empatia e fiducia, di sorellanza autentica”.

Con questo spirito l’associazione ha dato il via a una iniziativa speciale che varca i confini nazionali per aiutare giovani donne indiane grazie a don Filomeno, parroco legato alla comunità frentana che ha promosso l’acquisto di macchine da cucire, per dare a queste donne un lavoro. Ne sono state già acquistate due. 27 mar. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 665

Condividi l'Articolo