Nasce l'inventario informatizzato bei beni culturali dell'Arcidiocesi Lanciano-Ortona

“E mo vè lu belle. Arte: linguaggio di evangelizzazione” è il curioso titolo della presentazione al clero dell’inventario informatizzato dei beni culturali ed ecclesiastici  dell’Arcidiocesi di Lanciano-Ortona.

L’incontro si svolgerà domani, 19 settembre, alle 10, nell'aula magna della Curia arcivescovile di Lanciano (Ch). L’inventario potrà essere consultato tramite la piattaforma beweb.chiesacattolica.it. Si tratta di uno strumento utile per una maggiore valorizzazione dei beni culturali nella loro funzione pastorale.

Saranno presenti il vescovo di Lanciano-Ortona, Emidio Cipollone; il reverendo Luca Franceschini, direttore dell'ufficio nazionale Cei per i beni culturali e l'edilizia di culto, e  Maurizio Quagliolo, archeologo e docente nel Dipartimento di storia dell'arte e spettacolo dell'Università la Sapienza di Roma. Quest'ultimo consegnerà ai presbiteri e ai diaconi il prontuario per la cura degli edifici sacri e delle loro collezioni.

Nel pomeriggio Luca Franceschini incontrerà i volontari del corso di formazione "Chiese aperte", organizzato dall'associazione "La santa Casa”, assiene alla Curia. Alle 17, nell'aula magna della curia arcivescovile, il direttore dell'ufficio nazionale Cei terrà il convegno, aperto a tutti, dal "E mo vè lu belle. Arte: linguaggio di evangelizzazione", organizzato dall'istituto Mab dell'Arcidiocesi, che unisce museo, archivio e biblioteca dell'Arcidiocesi. 18 set. 2023

VITO SBROCCHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 706

Condividi l'Articolo