Andrea Pazienza da adolescente si trasferì a Pescara per motivi di studio. Nato a San Benedetto del Tronto, segui i genitori a San Severo, in Puglia e poi in Abruzzo.

A Pescara iniziò a frequentare il liceo artistico Giuseppe Misticoni. Subito venne a galla la genialità del ragazzo: se ne accorsero sicuramente gli insegnanti del liceo Paolo Spoltore, di Lanciano, e Sandro Visca, e con loro tutti gli amici e l’ambiente artistico della città adriatica che iniziò a frequentare.

Tra i nomi di spicco ricordiamo quello di Tanino Liberatore, fumettista e pittore, che rimarrà suo amico per il resto della vita. A Pescara studiò molte discipline: pittura, scultura, architettura e tra esse c’era anche ‘discipline plastiche’, una materia che il fumettista Pazienza non prediligeva particolarmente, visto l’amore che aveva per il disegno e la pittura, ma ugualmente nei suoi lavori legati alla materia e alle forme dimostrava sempre estro, creatività, originalità. Paolo Spoltore è stato l’insegnante di questa materia e ha seguito il giovane Pazienza per tutta la durata di questi primi studi. Da quegli anni nacque un rapporto tra studente e alunno che si consolidò e che divenne la base di una futura amicizia.

Oggi Paolo Spoltore è un artista affermato ma ricorda con precisione e gelosia i giorni passati con quell’alunno speciale.

Intervista a Paolo Spoltore, artista e maestro di Andrea Pazienza in 'Figura e ornato modellato'. Si ringrazia Clive Griffiths, giornalista e conduttore Videomusic, per aver concesso l'utilizzo delle interviste ad Andrea Pazienza. 23 gen. '24

Servizio di MASSIMILIANO BRUTTI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1578

Condividi l'Articolo