Travolto e investito da autocisterna all'aeroporto dell'Aquila: muore pilota del 118
GUARDA LE FOTO

Un drammatico incidente, prima delle prove dell'Air Show che avrebbero dovuto aprire, a L'Aquila, la due giorni di festa con le Frecce Tricolori.

Una cisterna, durante una manovra, ha travolto e ucciso il copilota dell'elisoccorso del 118 dell'Aquila, Paolo Dal Pozzo, 41 anni. L'autobotte stava per fare rifornimento ai velivoli del 118, all'aeroporto di Preturo o Aeroporto dei Parchi, quando ha investito l'uomo, non lasciandogli scampo. Sul posto la polizia e i soccorritori e la Procura dell'Aquila. La manifestazione di due giorni delle Frecce è stata annullata. 

La vittima si trovava lì perché era il pilota dipendente dell'Avincis, società affidataria del servizio di elisoccorso in Abruzzo. Era originario della Lombardia, più precisamente di Varese. Aveva lasciato la città per entrare nella Marina Militare e diventare un pilota di elicotteri.

Si è occupato anche di sistemi di sicurezza. Ha lavorato nell'aziende multinazionale Babcock come sviluppatore di software di formazione e pilota di elicotteri. Qui si era specializzato nella manutenzione, nello sviluppo del volo e nei programmi di formazione. Una delle sue grandi passioni era la fotografia. E proprio mentre stava scattando una foto è stato investito dall'autobotte. Lascia la moglie e due figli.

Una "tragica notizia che rende tristi tutti noi. A nome personale dell'intera giunta regionale porgo il cordoglio alla famiglia del pilota del 118 che ha perso la vita all'aeroporto di Preturo": così il presidente della Regione, Marco Marsilio.

Mentre "il Corpo nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, unitamente al servizio regionale Abruzzo, esprime il proprio cordoglio per la scomparsa dell'amico e collega soccorritore Paolo Dal Pozzo. Alla famiglia e agli amici di Paolo, alla Asl 1 Avezzano Sulmona L'Aquila, alla società Avincis, la sincera vicinanza di tutti gli operatori del Soccorso Alpino e Speleologico".  25 mag. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2221

Condividi l'Articolo