Pescara. Cerca di ucciderla gettandola dal ponte sul fiume

All'ennesimo rifiuto di tornare con lui, l'ha afferrata con violenza per il torace e ha cercato di farla cadere nel fiume.  

Femminicidio sventato a Pescara. Il fatto è avvenuto nei pressi del Ponte D'Annunzio, dove un marocchino, pluripregiudicato, ha sbattuto una donna contro  la balaustra del cavalcavia e ha tentato di gettarla nel corso d'acqua. L'uomo, 32 anni, alla vista dei poliziotti si è dato alla fuga ma è stato bloccato da un'altra squadra della Volante, presso il lungofiume dei Poeti.

Lei, in passato, aveva già subito e denunciato continue violenze fisiche e psicologiche inflitte dal compagno ed era riuscita a liberarsi, interrompendo la sua relazione e convivenza. L'uomo ha però continuato a compiere atti persecutori per indurla a riallacciare la relazione

Lui, dopo aver creato un account fittizio su WhatsApp, aveva finto di essere un amico della vittima allo scopo di incontrarla, ieri pomeriggio, nei pressi del ponte, dove ha provato ad ammazzarla.

Sono stati alcuni passanti, tra cui due donne, a contattare tempestivamente il 113 consentendo agli agenti di intervenire prima che potesse consumarsi una tragedia. La vittima è stata soccorsa dal 118 per le lesioni subite, guaribili in 10 giorni.

Lo stalker è stato arrestato in flagranza di reato e condotto in carcere con le accuse di atti persecutori e tentato omicidio.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 995

Condividi l'Articolo