Finanziere abruzzese muore in servizio durante addestramento sulle Alpi. Deceduto anche collega friulano
GUARDA LE FOTO

Tragedia sulle Alpi Giulie. Due finanzieri del Sagf, impegnati attività di addestramento, sono precipitati da una parete mentre salivano in cordata una via di notevole difficoltà sul Monte Mangart, al confine tra Italia e Slovenia. Per loro non c'è stato scampo. 

Le vittime sono Giulio Alberto Pacchione, 28 anni, di Silvi (Teramo) , e Lorenzo Paroni 30 anni, di Montereale Valcellina (Pordenone), entrambi in servizio a Tarvisio. Stavano risalendo la via Piussi, un sesto grado che percorre il verticale pilastro Nord, quando si è consumato il dramma.

Entrambe le vittime facevano parte anche della stazione di Cave del Predil del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico: Paroni era a tutti gli effetti già un tecnico, mentre Pacchione, nato a Reggio Emilia, era un aspirante e avrebbe dovuto a breve sostenere l'esame di ingresso. Da una prima ricostruzione si sarebbe trattato di una fatalità, scatenata da probabile crollo o distacco dall'alto che ha trascinato entrambi verso le rocce: sarebbero scivolati per decine di metri.

Preoccupati per il mancato rientro in caserma, i colleghi finanzieri a notte fonda hanno raggiunto Fusine Laghi e poi i pressi del rifugio Zacchi, dove era stato parcheggiato il loro mezzo. Una volta qui hanno trovato i corpi. La preparazione di entrambi nell'affrontare la montagna era di altissimo livello: conoscevano le pareti rocciose del Mangart, dove si erano già arrampicati sul Diedro Cozzolino, una delle vie più difficili delle Alpi. Pacchione era anche maestro di sci a Tarvisio, a Paroni mancava solamente un esame per diventare guida alpina.

Il ministro dell’Economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti esprime cordoglio e vicinanza alle famiglie e a tutta la Guardia fi finanza per la morte dei giovani. "Sono molto addolorato per questevite spezzate mentre svolgevano il loro lavoro - dice - con dedizione, scrupolo e professionalità".

E il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio: "A nome personale e dell’intera Giunta regionale porgo le condoglianze alla famiglia di Giulio Alberto Pacchione, finanziere del Soccorso alpino delle Fiamme Gialle, che ha perso la vita insieme a un collega durante un’arrampicata mentre svolgeva attività di addestramento, e sono vicino all’intero corpo della Guardia di Finanza che quotidianamente svolge attività anche pericolose per la tutela della nostra sicurezza". 17 ago. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

(Nelle foto, Pacchioni è quello con i baffi e vestito di scuro; nella foto con gli sci i due insieme)

totale visualizzazioni: 2409

Condividi l'Articolo