Furti in bar tabacchi a Lanciano e Castel Frentano: gang romena chiede rito abbreviato

Richiesta di rito abbreviato anche per la lunga serie di furti, a danno di bar-tabacchi di Lanciano (Ch) e dintorni da parte degli stessi sei componenti della gang romena condannata, lo scorso 8 ottobre, a 64,2 anni totali di carcere per la rapina, del 23 settembre 2018, alla villa dei coniugi Carlo Martelli e Niva Bazzan, alla quale fu tagliato l'orecchio sinistro. 

Settimane prima, dal 5 al 20 settembre, la banda mise in atto furti con spaccate in diversi locali rubando pacchi di Gratta e vinci, sigarette e moneta contante dalle slot machine, per decine di migliaia di euro di bottino. Per ora responsabilità accertata solo per quattro colpi, tre in bar-tabacchi di Lanciano e uno a Castel Frentano(Chieti). La Procura indaga anche su altri analoghi furti.

Oggi, dinanzi al giudice Andrea Belli, hanno chiesto il rito abbreviato, per i furti aggravati, i fratelli Constantin Aurel e Ion Cosmin Turlica, difesi da Roberto Crognale,  e Bogdan George Ghiviziu, difeso da Paolo Sisti. Discussione, e forse sentenza, fissata al 28 aprile prossimo. Non escludendo altre analoghe richieste, gli altri tre imputati, Marius Adrian Martin, Aurel Ruset e Alexandru Bogdan Colteanu, compariranno invece il 17 marzo davanti al giudice Maria Rosaria Boncompagni con possibilità di riunificare il procedimento.

Proprio indagando su questi colpi i carabinieri di Lanciano piazzarono gps sulle auto dei romeni scoprendoil loro coinvolgimento nella rapina ai coniugi Martelli. I bar depredati sono stati il "Manhattan",  i cui titolari, patrocinati dagli avvocati Camillo e Mario La Morgia, si sono costituiti parte civile;  "Sosta Gustosa" ed "Elisa", tutti a Lanciano. A Castel Frentano il bar "Sotto i Portici".  Per commettere questo colpo venne pure rubata una Giulietta a Lanciano.

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3792

Condividi l'Articolo