Lanciano. Maltrattata e picchiata dal marito, che le impediva anche di telefonare ai familiari

Vessata, maltrattata e picchiata dal marito, che le impediva persino di utilizzare il cellulare per palare con i parenti.

E' quanto accaduto ad una giovane donna residente a Lanciano (Ch). Ora l'uomo, A.S., 30 anni, pakistano, è stato denunciato per lesioni e maltrattamenti. A suo carico è scattata anche la misura cautelare dell'allontanamento da casa. La donna veniva malmenata e umiliata in ogni modo. E isolata: le era vietato anche persino usare il telefonino per tenersi in contatto con i familiari. E' andata avanti così per un anno, fino a che non si è decisa a denunciare quel che succedeva tra le mura domestiche. 

Terminate le attività di indagine, gli agenti dell'Anticrimine del commissariato di Lanciano, diretti dal vicequestore Lucia D’Agostino, sono scattate le misure a tutela di lei. I provvedimenti, su richiesta del procuratore di Lanciano, Mirvana Di Serio, sono stati emessi gal gip Massimo Canosa.

Per l’indagato sussiste anche il divieto "di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla persona offesa ed i prossimi congiunti della stessa, con divieto di comunicare con i predetti".   22 gen. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3256

Condividi l'Articolo