GUARDA LE FOTO

Un paese ammutolito. Pizzoferrato (Ch) in lutto, oggi, per i funerali di Daniele Casciato, 35 anni, deceduto lunedì scorso, 8 maggio, a seguito di un terribile incidente stradale sulla A25, nella galleria "Villanova" a Cepagatti (Pe), all'altezza di un cantiere Anas.

Con la sua Mercedes, il giovane, che viaggiava in direzione Roma, si è scontrato contro un camion (LEGGI QUI). Schianto che l'ha ucciso: auto distrutta, per lui non c'è stato nulla da fare. Per le esequie a Pizzoferrato bandiera a mezz’asta in municipio e negozi chiusi. Tutti gli hanno voluto tributare un caloroso abbraccio, stretti al dolore della compagna Roberta, della figlioletta Alice, delle sorelle Sabina e Sonia. La chiesa di San Rocco, il sagrato e la piazza gremiti, nonostante la pioggia.

Il sindaco, Palmerino Fagnilli, ha indossato la fascia tricolore per testimoniare l’immenso dolore: "Daniele uno di noi - ha detto -. La comunità di Pizzoferrato ti abbraccia. C’è stato un grande moto di dolore e pianto". Il primo cittadino lo ha anche ricordato attraverso il testo del brano di Francesco Guccini, "In morte di un’amica", per un analogo terribile incidente... "Lunga e diritta correva la strada,/l'auto veloce correva/ la dolce estate era già cominciata,/ vicino lui sorrideva./ Forte la mano teneva il volante,/ forte il motore cantava./ Non lo sapevi che c'era la morte,/ quel giorno che ti aspettava...". 

Recita un manifesto dell'amministrazione comunale: "L'amore donato nella vita non muore, resta nei cuori e crea altro amore e Daniele vive in tutti noi". 

Per l'estremo saluto tantissimi fiori, la banda di Pizzoferrato e il picchetto d’onore degli Alpini della Brigata Taurinense del 9° Reggimento dell’Aquila dove ha prestato servizio andando anche in missione all'estero col contingente di pace. Per lui anche la "Preghiera dell'Alpino" e applausi sulle note de "Il silenzio". Presenti anche gli alpini in congedo di Pizzoferrato e Montenerodomo.

Poi ha lasciato le Penne nere per l’amata Roberta e per andare a vivere a Tortoreto (Te) dove si occupava di due centri gomme, anche ad Alba Adriatica, quindi la gestione di una braceria. In molti sono giunti da Tortoreto e da altri centri dell'Abruzzo, di Molise e Puglia, per i funerali. Daniele amava la musica e, nel 1997, è stato campione del mondo di organetto, oltre a collaborare col noto gruppo folk di Lanciano, "Zullimania". Da ragazzo ha anche inciso un disco.

Per l'addio al giovane nessun brano triste: la banda ha suonato brani degli Alpini e musica più leggera. Daniele è sempre stato solare. Nell’omelia il parroco don Vincenzo Di Pietro ha affidato alla fede il grande dolore e ha ricordato le recenti vicende drammatiche familiari con la perdita anche dei genitori, del papà Giovanni Antonio e della mamma Giovanna. "La vita l’ha messo a dura prova, ma lui è rimasto sempre una persona serena e disponibile", ha sottolineato Fagnilli. 

Un'amica, Sabina: "Hai vissuto una vita piena di ostacoli, sempre con coraggio, come le missioni militari in Libia e in Afghanistan e tutto l'amore che hai donato alla tua famiglia. Senza mai perdere il sorriso. Non è giusto com'è finita. Sei stato e resterai sempre un ragazzo eccezionale". La cerimonia chiusa dal volo di palloncini bianchi e dal pianto sincero di tanti. 10 mag. 2023

WALTER BERGHELLA

Foto ANDREA FRANCO COLACIOPPO e GAETANO D'ALESSANDRO. Riprese e montaggio video a cura di GAETANO DALESSANDRO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 17395

Condividi l'Articolo