Coronavirus. Abruzzo in zona bianca dal 7 giugno

L'Abruzzo in zona bianca, dal prossimo 7 giugno.

"Abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale dal ministero della Salute - dice il presidente della Regione, Marco Marsilio -. E' una grande soddisfazione: siamo la quarta regione italiana e ciò grazie al lavoro svolto sul territorio per il contenimento del Covid-19". Contagi sempre più in calo.

"E - prosegue Marsilio - abbiamo registrato un ulteriore crollo dell'incidenza dei casi che su 100 mila abitanti si aggira intorno a 20. La vaccinazione - aggiunge - va avanti e proprio oggi abbiamo raggiunto il traguardo del 50 per cento della popolazione vaccinata - almeno con la prima dose - tra coloro che si sono prenotati". 

E sono 45 i casi di coronavirus accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 2.608 tamponi molecolari: è risultato positivo l'1,73% dei campioni. Si registrano quattro decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.490. Le vittime avevano età compresa tra 66 e 89 e sono due in provincia dell'Aquila, una in provincia di Chieti e una in provincia di Teramo Scendono rapidamente i ricoveri, che passano dai 131 di ieri ai 115 di oggi. I nuovi positivi hanno età compresa tra 3 mesi e 91 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 10, di cui 5 residenti in provincia dell'Aquila, uno in provincia di Pescara e quattro in provincia di Teramo.

Gli attualmente positivi sono 5.145 (-133): 105 pazienti (-14) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 10 (-2, con 0 nuovi ingressi) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 5.030 (-117) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 66.561 (+174). Dei 74.196 casi complessivamente accertati in Abruzzo 18.726 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+21), 19311 in provincia di Chieti (+3), 18.090 in provincia di Pescara (+6), 17.306 in provincia di Teramo (+14) e 580 fuori regione (-1), mentre per 183 (+2) sono in corso verifiche sulla provenienza. 04 giu. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1031

Condividi l'Articolo