Lesioni e violenze sessuali sulla moglie: un arresto a Lanciano

Lesioni personali aggravate e violenza sessuale. Questi i reati contestati a O.V. 48enne, di origini siciliane, residente a Lanciano (Ch) che ieri è stato arrestato.  

Le porte del carcere si sono aperte in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare disposta dal gip del Tribunale di Lanciano, Massimo Canosa, su richiesta del procuratore della Repubblica, Mirvana Di Serio. 

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, stando ai riscontri investigativi, da circa tre anni a questa parte è stato protagonista di "comportamenti vessatori, consistenti in violenza, minacce e ingiurie nei confronti della moglie, che hanno ingenerato nella donna, che voleva separarsi, gravi stati d’ansia ed il fondato timore per la propria incolumità". Per lei anche botte e traumi. 

La malcapitata si è rivolta alla Stazione dei carabinieri di Lanciano e i militari, in maniera rapida, "hanno raccolto gravi indizi" a carico del marito. Da qui sono scattate le manette.

I fatti denunciati dalla vittima "trovano riscontro anche nelle informazioni rese da altre persone, in particolare da familiari e amici". Rappresentando un pericolo e potendo continuare a ripetere abusi e soprusi, e anche per "la sua personalità ritenuta estremamente negativa", a carico dell'uomo è scattato il provvedimento cautelare. 20 gen. 2014

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 7371

Condividi l'Articolo