Aggredisce e picchia compagna in auto a Pescara: arrestato

Una donna, di 46 anni, nella serata di ieri, è stata aggredita e malmenata in auto nei pressi di viale D’Annunzio a Pescara. Allertati dai passanti, le Volanti si sono precipitate sul posto e, poco dopo, hanno arrestato un 52enne, poi rinchiuso in carcere, con l’accusa di maltrattamenti verso familiari.

Quando gli agenti sono arrivati sul posto, hanno appreso dai presenti che, poco prima, la loro attenzione era stata attirata dalle urla provenienti da una vettura in sosta, dalla quale una donna chiedeva aiuto.

I passanti hanno aiutato lei a scendere dalla macchina, malgrado venisse trattenuta dal conducente, e hanno contattato il 113, mentre l’aggressore rimetteva in moto e si allontanava. Poco dopo, però, l'uomo è tornato sul posto, mezzo ubriaco, ma questa volta sul posto erano presenti le pattuglie della polizia che stavano raccogliendo le testimonianze. Lui, ulteriormente alterato, ha tentato di aggredire nuovamente la compagna motivo per cui è stato bloccato.

Dalle indagini è emerso che, in altre occasioni, lei era stata vittima del comportamento violento del convivente, con cui abitava, sotto lo stesso tetto, da circa due anni.  Negli ultimi tempi l’aggressività dell’uomo era aumentata e, ieri sera la furibonda lite con botte, per futili motivi.

Il bisticcio, molto probabilmente, secondo le forze dell'ordine, è stato dovuto anche dal suo stato di alterazione, per questo lei ha chiesto di scendere dall'auto. Per tutta risposta l'uomo, dopo aver interrotto la marcia del veicolo all'altezza di via Conte di Ruvo, l'ha assalita, colpendola violentemente sul volto. Di qui le grida. 26 gen. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 933

Condividi l'Articolo