Precipita da tetto azienda: operaio 52enne muore nel Teramano

Nuovo incidente mortale sul lavoro in provincia di Teramo.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

La tragedia questa mattina, poco prima delle 9, a Guardia Vomano, nel comune di Notaresco. Un 52enne è deceduto dopo essere precipitato dal tetto dell'azienda Ecoltel (ex Teleco), in cui era impegnato.

La vittima è Roberto Scipione, di Bisenti (Teramo), dipendente di una ditta esterna specializzata nella rimozione dell’amianto. L'operaio, che stava effettuando interventi per permettere l'installazione di pannelli solari, è precipitato per circa 10 metri, quando un lucernaio su cui è passato si è sfondato. 

E' stato soccorso e portato in ospedale a Teramo, dove è giunto in condizioni critiche. Non ce l'ha fatta. Sul posto i carabinieri per le indagini e l'Ispettorato del lavoro per i rilievi. Lascia un bimbo piccolo. 

"E’ molto triste, e suscita indignazione, piangere un'altra vittima sul lavoro a pochi giorni dalla tragedia di Mosciano Sant’Angelo, ancora una volta nel territorio della provincia di Teramo. Esprimiamo le condoglianze alla famiglia": lo dichiarano Michele Fina, segretario del Pd in Abruzzo, e Lisa Vadini, responsabile Lavoro del partito.
 
Per i due politici "la linea intrapresa dal ministro Orlando va proseguita con decisione, attraverso investimenti in sicurezza e prevenzione, come l’assunzione nell’ultimo anno di 2.500 nuovi ispettori del lavoro, e norme di controllo, come nel caso dell’introduzione del Durc di congruità".

Una quindicina di giorni fa invece, sempre nel Teramano, è morto, Tonino Fanesi, 49 anni, residente a Giulianova. Stava lavorando alla Metallurgica Abruzzese, azienda che produce reti metalliche a Marina di Mosciano Sant’Angelo, quando è stato schiacciato dal macchinario che stava riparando e che sarebbe improvvisamente ripartito. Aveva moglie e tre figli. 28 set. 2022

@RIPRODUIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 907

Condividi l'Articolo