Pestarono 18enne fuori da dancing a Fossacesia: cinque denunciati. Si cercano gli altri
GUARDA LE FOTO

Lo hanno pestato fuori dal locale da cui erano tutti appena usciti. I carabinieri di Fossacesia (Ch) hanno ora denunciato alla Procura di Lanciano (Ch) e a quella per i Minorenni dell’Aquila, cinque degli autori, e tra loro un minorenne, della violenta aggressione avvenuta la sera di Pasquetta, quindi lo scorso primo aprile, sul lungomare di Fossacesia all’uscita di un noto stabilimento balneare, il "Supporter", che funge anche da dancing. Fu picchiato un 18enne di Casalbordino (Ch) 

La vittima è Matteo Rocco Cocchino, conosciuto come dj Rokko. L'assalto al ragazzo intorno alle 21.

"E' stato accerchiato da una decina di giovani -, aveva raccontato il padre Massimiliano in un video postato subito sui social, mostrando copiose chiazze di sangue sull'asfalto -. E giù botte". Faccia tumefatta e lividi: la prognosi alla fine, dopo gli accertamenti di rito, fu di sette giorni. 

Il ragazzo fu preso di mira, "per futili motivi - spiegano i carabinieri -, da un folto gruppo di coetanei, che lo hanno colpito con calci e pugni e, quando aveva cercato riparo a bordo della sua auto, una Fiat Panda, per sfuggire alla furia del branco, si erano tutti 
accaniti contro la carrozzeria della vettura danneggiandola. E impedendo al giovane di andare via, bloccandolo. 

Il gruppo si era dileguato prima dell’arrivo dei militari, intervenuti in forze a seguito delle
numerose chiamate giunte al 112, che segnalavano la gravità di quanto stesse avvenendo, mentre il teen ager malmenato e tumefatto veniva soccorso e trasportato all’ospedale di Lanciano.

Indagini avviate la sera stessa "con la collaborazione di molti dei presenti, ma soprattutto con la visione dei numerosi video pubblicati in tempo reale su diversi social network".

In casa di quattro di loro, che sono della città di Chieti, e di comuni del Pescarese, ossia di Spoltore, Manoppello, Collecorvino e Cepagatti, questa mattina i carabinieri della compagnia di Ortona, agli ordini del capitano Luigi Grella e coadiuvati dalle stazioni di Chieti Scalo, Cepagatti, Collecorvino, Spoltore e da un’unità cinofila antidroga di Chieti, hanno effettuato perquisizioni, nel corso delle quali sono stati rinvenuti
alcuni degli indumenti che gli indagati, dai 17 ai 21 anni, indossavano la sera dell’aggressione e diversi grammi di hashish e ketamina.
I reato contestate ai cinque sono concorso in lesioni e danneggiamento aggravati e violenza privata.

Gli accertamenti proseguono per identificare gli altri del gruppo che hanno partecipato all'aggressione, mentre nei confronti dei cinque verrà richiesto, al questore di Chieti, il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Fossacesia.  17 apr. 2024

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2003

Condividi l'Articolo