Fossacesia. Spegne le sue 100 candeline, ed è festa grande per nonna Rosinella
GUARDA LE FOTO

"I cento anni della mamma, indimenticabili": sono le parole di Giovanni De Simone, primogenito della Rosina Bucciante, nel giorno del suo compleanno.

Nonna Rosina, classe 1923, nata il 24 gennaio, la quinta di 7 figli, ha tagliato lo splendido traguardo. La neo centenaria di Fossacesia (Ch), che appartiene ad una famiglia di centenari, in gioventù e fino a quando ha avuto le forze, e le sue condizioni di salute gliel'hanno hanno permesso, ha sempre faticato nei campi: una tenace contadina, instancabile, e, nel contempo, una mamma amorevole, attenta e presente che, rimasta vedova, all’età di 43 anni, del suo amato Nicola De Simone, nell’anno 1966, ha cresciuto da sola, e con non pochi sacrifici, i due figli Giovanni, allora diciottenne, e Francesco che di età ne aveva 9.

Rosinella, come la chiamano in città, è donnina esile, umile, e anche più tenera da quando, 6 anni fa, a causa del subentrare di acciacchi, è ospite della struttura "Buon Samaritano" di Fossacesia. Ed è proprio nella residenza per anziani che, nel giorno del suo compleanno, è stata circondata dall’affetto dei suoi cari, con il sindaco Enrico Di Giuseppantonio, in testa. 

Il primo cittadino le ha consegnato una targa. "Attualmente - ci dice il figlio Giovanni - nostra madre sta benino, ma un po’ meno lucida, colpa anche del Covid che ci ha portati tutti all’isolamento. Non ha particolari esigenze o bisogni così come abitudini. Fino all'anno scorso leggeva con interesse qualsiasi cosa le passasse tra le mani. Forse il segreto della sua longevità è la gioia più grande dell’essere circondata da tanto affetto". 27 gen. 2023

LINDA CARAVAGGIO

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2905

Condividi l'Articolo