L'aereo del 'volo su Vienna' riprodotto in scala reale da prof di Francavilla al Mare

Ha realizzato un modello, in grandezza naturale, del famoso aereo Sva 5, il biplano pilotato da Aldo Finzi nel volo su Vienna del 1918, cui partecipò Gabriele d’Annunzio.

L’autore dell’opera è Antonio Giustino Angelucci, nato a Francavilla al Mare nel 1933 e scomparso nel 2014. Dopo gli studi svolti all’Istituto Tecnologico “Montani” di Fermo nelle Marche, Angelucci ha insegnato all’Istituto Tecnico Industriale di Vasto, dedicandosi interamente alla sua grande passione per il volo e gli aeroplani.

Dotato di inventiva, fantasia e ingegno, il professore era particolarmente esperto di tecnica aeronautica e di storia del progresso del volo. E' da precisare però che Angelucci non realizzò solo l’aereo del Vate, ma anche altri importanti modelli ultraleggeri d’epoca riprodotti rigorosamente in scala reale. Tra questi il prototipo di uno dei più iconici aerei della Prima Guerra Mondiale , il Fokker Dr1, triplano da caccia usato dal famoso “Barone Rosso” Manfred von Richthofen, con un motore che ha perfino rullato.

Per realizzare lo storico esemplare Sva 5 di d’Annunzio Angelucci ha impiegato ben ottomila ore di lavoro, per complessivi sei anni e con una cura nei dettagli davvero eccellente. Il modello del leggendario velivolo è stato esposto in varie mostre, tra le quali quella svoltasi nell’antico castello Spagnolo dell’Aquila, al porto turistico di Pescara e all’auditorium di Casalbordino. Ha sfilato anche nel corso della parata militare del 2 giugno 2014 a Roma. Oggi è esposto, insieme ad altri aerei originali, nel padiglione Officine Caproni, all’interno del Parco e Museo del volo “Volandia” a Somma (Varese), il più grande museo aeronautico italiano e tra i maggiori a livello europeo.25 mag. 2023

VITO SBROCCHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 886

Condividi l'Articolo