Ripartire dalle esperienze e dai modelli positivi che hanno già funzionato sui territori, per implementarli e renderli ancora più adeguati alle esigenze dell'utenza delle aree di riferimento. L'assessore alla salute, Nicoletta Verì, ha incontrato questa mattina una delegazione di sindaci dei comuni dell'Aventino (il primo cittadino di Casoli, Massimo Tiberini; di Civitella Messer Raimondo, Danilo D'Orazio; di Altino, Vincenzo Muratelli e di Fara San Martino, Carlo De Vitis), accompagnati dal direttore dell'area distrettuale Sangro-Aventino della Asl, Fiore Di Giovanni.

Nel corso della riunione i primi cittadini, in rappresentanza di oltre 15 centri dei distretti di Casoli, Lama dei Peligni e Torricella Peligna, hanno evidenziato le esigenze di una zona dell'interno che ha una viabilità disagevole, ma che può già contare sul presidio territoriale di assistenza di Casoli (Ch) e sui 20 posti letto dell'ospedale di comunità, che forniscono una risposta puntuale alle patologie meno complesse.

"I sindaci- spiega l'assessore - hanno rappresentato le difficoltà di molti cittadini di quell'area, che chiedono un'implementazione dei servizi per un'assistenza sanitaria ancora più adeguata. Siamo pronti ad aprire un confronto sulle problematiche e sulle ipotesi che ci sono state prospettate, perché l'assistenza territoriale è uno dei temi su cui intendiamo puntare e su cui si concentrerà l'attenzione del governo regionale".

totale visualizzazioni: 560

Condividi l'Articolo

Articoli correlati