Coronavirus. Detenuti carcere Lanciano donano fondi al Covid Center del Policlinico di Roma

I 300 detenuti del carcere di Lanciano (Ch) in Abruzzo hanno fatto una donazione per il Covid Center del Policlinico universitario Campus biomedico a Roma.

I soldi raccolti aiuteranno a sostenere il funzionamento del centro di cura specializzato nel trattamento di pazienti affetti da Coronavirus che insieme a tanti ospedali in tutta Italia sta salvando vite. I reclusi, in parte condannati all'ergastolo, avevano chiesto alla loro direttrice Lucia Avantaggiato la possibilità di mostrare la propria vicinanza al Campus. Già in passato avevano collaborato con questa Università, attraverso progetti di reinserimento.

Di qui la donazione. Il rettore dell'Università, Raffaele Calabrò, ha espresso la sua gratitudine e vicinanza ai detenuti del penitenziario frentano. "E' un gesto - sottolinea - di profonda umanità che li fa esempio per tutti in questo periodo di incertezze nel quale non è retorico richiamarci con forza agli autentici valori di unità e umanità. Sono grato a nome dell'Università che guido e rappresento". Nella lettera, inoltre, l'Università ringrazia tutti per il loro generoso gesto in un momento così impegnativo e difficile, ed esprime ulteriormente la propria vicinanza e quella di tutto l'ateneo nei confronti di chi è costretto a vivere questo tempo in prigione.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1303

Condividi l'Articolo