Siccità. La Pilkington di San Salvo dimezza i prelievi dal fiume Trigno

La multinazionale Pilkington, presente a San Salvo (Ch), punta al risparmio idrico, con il dimezzamento dei prelievi dal fiume Trigno. Ad annunciarlo è il sindaco di San Salvo, Emanuela De Nicolis,  a cui è stato  comunicato, nel corso di un incontro, dal presidente della Pilkington Italia spa, Graziano Marcovecchio.

"Questo - commenta il primo cittadino - conferma l’applicazione delle politiche di 'water policy' da parte del gruppo industriale NSG e l’attenzione alla sostenibilità ambientale dello stabilimento di San Salvo. Buone pratiche con ricadute positive anche sulla popolazione e sul turismo".

Al riguardo la Pilkington rimarca che tutto ciò "è un’ulteriore e concreta dimostrazione che l’attenzione all’ambiente non va in conflitto con processi produttivi e con la sua sostenibilità economica. Ciò che abbiamo ottenuto è un risultato virtuoso che è possibile solo in società dove l’etica assume un ruolo guida".

Tale ulteriore riduzione di prelievo - viene ancora fatto presente - "equivale ad una maggiore disponibilità di acqua potabile tale da poter soddisfare le necessità di circa diecimila persone al giorno". 

Infine De Nicolis ricorda che "una maggiore disponibilità di acqua fornita dalla diga di Chiauci, supportata dall’attività svolta dal Consorzio di bonifica Sud e dall’Arap, oltre agli interventi effettuati dalla Sasi, di sistemazione della rete idrica, hanno sinora consentito, nonostante la mancanza delle piogge e ai noti effetti del cambiamento climatico, che sta creando non poche difficoltà, di limitare i disagi e di trascorrere sinora una stagione abbastanza tranquilla".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 701

Condividi l'Articolo