Teramo. Morto l'ex assessore regionale Marco Verticelli

Alla fine, dopo circa due anni, la malattia ha avuto il sopravvento. 

Marco Verticelli, di Morro d'Oro (Teramo), ex vice presidente ed ex assessore all'Agricoltura della Regione Abruzzo, uomo di centrosinistra, è morto l'altra notte, a 69 anni. 

L'ex presidente della Provincia di Chieti, Tommaso Coletti, lo ricorda così: "Ho avuto la fortuna di collaborare con lui sia quando ero vice presidente del Consiglio regionale e lui vice presidente della Giunta regionale, sia quando io ero presidente della Provincia di Chieti e lui assessore regionale negli anni 2005/2008. Presiedeva sempre i tavoli più complessi e difficili per la nostra regione. In lui ho trovato la disponibilità a finanziare la pista ciclopedonale sulla Costa dei trabocchi. Marco, un uomo delle istituzioni con larghe vedute che ha lavorato solo ed esclusivamente per il bene dell'Abruzzo nelle varie istituzioni dove è stato chiamato a operare".

"A nome personale e dell'intera Giunta regionale esprimo il cordoglio per la scomparsa prematura di Marco Verticelli, già vicepresidente della Regione Abruzzo, che nella sua carriera politica ha sempre avuto il territorio abruzzese come riferimento delle sue attività": così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Parole di cordoglio anche dall'ex parlamentare Gianni Melilla: "Ha vissuto la politica con grande intensità, onestà assoluta (mai un’ombra), competenza e professionalità. Congressi, riunioni, viaggi, discussioni interminabili nella nostra vecchia sede regionale comunista di via Lungaterno sud a Pescara, momenti belli e anche difficili: una generazione di sinistra nata politicamente negli anni '70 e che ha governato l’Abruzzo dalla metà degli anni '90, con buoni risultati amministrativi. Marco è stato un protagonista di quella stagione di rinnovamento politico. Se ne è andato troppo presto e per questo la sua morte è ancora più dolorosa perché ingiusta".

Infine il capogruppo Pd in consiglio regionale, Silvio Paolucci: "Scompare prematuramente un uomo di partito e un operativo rappresentante istituzionale, un’altra brutta perdita per la politica del territorio. E' stato un vero e proprio tutore dell’agricoltura da assessore, convinto dell’esigenza del sostegno della Regione, ma promotore dell’innovazione di un comparto importante per l’economia abruzzese, a cui ha lavorato attivamente nelle istituzioni". 16 apr. 2023
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
 
 
totale visualizzazioni: 1465

Condividi l'Articolo