Restauri... da brivido nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Lanciano
GUARDA LE FOTO

La fine dei lavori era stata contrattualmente stabilita per il giorno 3 agosto 2021, ma a tutt’oggi sono inspiegabilmente ancora in corso, accrescendo così i disagi per fedeli e visitatori ai quali è tassativamente vietato l’accesso. 

Stiamo parlando della chiesa di Santa Maria Maggiore, situata nell’antico quartiere Civitanova del centro storico di Lanciano (Ch), annoverata tra gli antichi edifici sacri più importanti d'Abruzzo .

In particolare le opere, ancora in corso dopo oltre un anno e mezzo dalla prevista riconsegna dei lavori, riguardano in particolare il risanamento igienico sanitario degli spazi interni e la manutenzione straordinaria del campanile. L’intervento è stato reso possibile grazie al contributo Irpef dell’8xmille, messo a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Ma, a parte l’ingiustificato prolungamento dei lavori, si segnalano anche perplessità sulle modalità del cosiddetto restauro. Per installare l’impianto di riscaldamento è stato infatti realizzato un nuovo pavimento, di scarsa qualità, di un bianco lucido, che cozza con l’antico ambiente. Lastroni marmorei posati sulla pavimentazione preesistente: fatto che ha generato un ulteriore spessore di circa 15 centimetri, che ha alterato le proporzioni esistenti. 

Inoltre le antiche volte, che prima degli interventi erano in conci in pietra a vista, sono state incredibilmente intonacate e tinteggiate con un colore bianco. Insomma luoghi stravolti e depredati delle proprie originarie caratteristiche, quando i restauri dovrebbero servire a conservare l'esistente: il tutto sotto lo sguardo della Soprintendenza. 

La chiesa, costruita in stile gotico nel XII secolo, è stata dichiarata monumento nazionale nel 1902. L'elemento più caratteristico dell’antico complesso religioso è la maestosa  facciata   gotica  realizzata dal maestro lancianese Francesco Petrini nel  XIV secolo , con il magnifico  portale  risalente all’anno 1317.

Da evidenziare, poi, l'abbandono della scalinata esterna dove l'erbaccia regna sovrana. 14 mar. 2023

VITO SBROCCHI

@RIRPODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 8222

Condividi l'Articolo