Hanno danneggiato l'auto della polizia: hanno filmato la bravata, corredata di parolacce, e poi hanno diffuso il video sui social. E così si sono cacciati nei guai.

Era il 25 novembre scorso e la Volante era intervenuta in un locale del centro a Pescara. 

Un ragazzo evidentemente alterato, uscendo dalla discoteca dov’era stato protagonista di un’aggressione, alla vista degli agenti, ha sputato verso di loro e li ha minacciati. Ha inoltre proferito frasi denigratorie ed offensive contro le istituzioni. E' stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, minaccia, lesioni e vilipendio. Inoltre nei suoi confronti è stata applicata la misura del Daspo, per cui per 12 mesi non può rimettere piede nelle zone del centro di Pescara.

Stesso provvedimento ha colpito anche un giovane poco più che maggiorenne che, approfittando del fatto che i poliziotti fossero impegnati nell’intervento all'interno del dancing, ha danneggiato l'auto di servizio del 113 parcheggiata davanti al locale, strappando il tergicristallo del lunotto posteriore, gettandosi sulla vettura, tentando di aprire uno sportello e proferendo frasi ingiuriose contro la polizia del tipo “fuck the police”

Un terzo giovane ha raccolto il tergicristalli da terra, piegandolo e spezzandolo e inveendo contro la polizia mentre un amico riprendeva l’intera scena con il telefonino proferendo anch’essi frase ingiuriose. Per tali comportamenti, oltre ad essere denunciati per vilipendio della Repubblica e delle istituzioni e danneggiamento aggravato in concorso, agli ultimi due ragazzi è stato applicato il Daspo per la durata di sei mesi. 11 dic. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1348

Condividi l'Articolo