Mozzagrogna. Notte di furti a Villa Romagnoli: diverse abitazioni prese d'assalto. Spariti prosciutti e salumi da ristorante
GUARDA LE FOTO

"Siamo sotto attacco...": così in località Villa Romagnoli di Mozzagrogna (Ch) dove la scorsa notte i ladri hanno preso d'assalto la zona, mettendo a segno furti in sette abitazioni e in un ristorante. Falliti altri due colpi. Un raid dopo l'altro, dalle 22 in poi. 

"Eravamo in Piazza della Vittoria - racconta un uomo - e sentivamo ogni tanto partire allarmi qui e lì...". C'è chi si è insospettito e ha allertato il 112. Un'ora dopo pattuglie erano sul posto, a girare in perlustrazione, ma i malviventi hanno continuato a ripulire appartamenti e villini. Ad essere presi di mira soprattutto le strade centrali, Via Principale e Via Giovanni Paolo II. "Non riusciamo a capire se i padroni di casa, che per la maggior parte riposavano, siano stati narcotizzati. Fatto sta che non si sono accorti di nulla". 

In un'abitazione i furfanti sono entrati scardinando la serranda della taverna e si sono infilati dentro. Hanno rovistato ovunque, mettendo le camere sottosopra, ma pare non abbiano trovato denaro. In un'altra, il marito si era appisolato sulla poltrona, la moglie dormiva a letto. I ladri hanno svuotato tasche dei pantaloni  e abiti e frugato in alcune stanze prendendo soldi. Al risveglio, avvenuto durante la notte, la sgradevole sorpresa. In un'altra casa, di un noto imprendotore di auto, hanno arraffato una borsa lasciata sul tavolo, con banconote e sei carte di credito. Poi, dopo le 2, "visita" al ristorante "La tenuta", annesso al quale il titolare e i suoi familiari hanno anche l'abitazione. 

Hanno fatto un foro ad una porta finestra, come in altre case, e si sono intrufolati all'interno. La famiglia era tutta lì. "Abbiamo sentito dei rumori - è il racconto fatto ad Abruzzolive.tv - e ci siamo alzati. Ci siamo allarmati e siamo scesi a fare controlli". Ma era troppo tardi. I ladri avevano già fatto razzia di contanti, circa 1.500 euro, ma avevano lasciato le carte di credito. Poi erano passati al ristorante: "assalto" ai frigoriferi e alla dispensa da dove sono stati sottratti prosciutti, salumi, scorte alimentari, olio extravergine d'oliva e di semi e pure aceto e cialde del caffè e cartoni interi di acqua minerale, oltre a grossi contenitori dove accatastare la merce per portarla via. Insomma hanno fatto incetta di qualsiasi sostanza fosse commestibile. "Circa una settimana fa - spiega la signora Maria Rita, madre del titolare del locale - ci hanno ammazzato il cane. Era sparito e l'abbiamo trovato morto. Ci viene ora da credere che il colpo fosse già stato pianificato e organizzato e che l'animale sia stato ucciso appositamente". 

C'è chi dice di aver notato, tra una incursione e l'altra, una Panda bianca sospetta. E chi riferisce di una gang di tre complici: uno a fare da palo vicino all'auto e gli altri due, con calzamaglia scura in testa, a mettere a segno i colpi. 

Sull'accaduto indagano i militari della compagnia di Ortona e di Fossacesia (Ch), che dovrebbero acquisire anche i filmati delle telecamere di videosorveglianza sparpagliate in giro. Denunce "di massa" presentate in queste ore in caserma. 02 set. 2023

MARIANO PELLICCIARO

Ha collaborato ALESSANDRO DI MATTEO

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nelle foto alcuni luoghi "frequentati" la scorsa notte dai ladri a Villa Romagnoli

totale visualizzazioni: 9599

Condividi l'Articolo