Lanciano. Scomparso da Rizzacorno ad agosto: perquisizioni nell'abitazione
GUARDA LE FOTO

Di lui non si hanno più notizie dal 13 agosto scorso. Tommaso Di Battista, 72 anni, di Lanciano (Ch), è sparito oltre un mese e mezzo fa. 

E questa mattina, i carabinieri, che si stanno occupando delle indagini, sono stati nell'abitazione dell'uomo, ex dipendente Sevel, per effettuare perquisizioni. Hanno messo sottosopra tutte le stanze. Perché la versione della famiglia non convince. 

Le ricerche, dopo che è stata segnalata in caserma - con due giorni di ritardo, ossia la sera del 15 agosto - la sparizione del pensionato, sono state effettuate, per nove giorni, da quadre di vigili del fuoco e volontari della Protezione civile. 

Adesso i militari, su disposizione della Procura, hanno deciso di approfondire la vicenda per capire che fine abbia fatto l'uomo, che ultimamente si dedicava all'agricoltura.

Moglie e due figli, solo a Ferragosto, quindi, avevano deciso di presentare denuncia di scomparsa. Mobilitazione e spiegamento di forze per cercare Di Battista: in campo anche il Nucleo Sommozzatori da Roseto degli Abruzzi (Te). Hanno scandagliato i laghetti nei paraggi.  Sguinzagliati anche i cani molecolari e droni in in volo. Scandagliati pozzi, passati al setaccio le macchie boscose tra Rizzacorno, Castel Frentano, Sant’Eusanio del Sangro, case abbandonate e canali. Nulla. 

I carabinieri, guidati dal capitano Giuseppe Nestola, hanno cercato di ricostruire gli ultimi giorni trascorsi dall'anziano nell’abitazione, che è isolata, anche per capire se ci siano stati diverbi. Figli e moglie sono stati ascoltati più volte. Quest'ultima ha raccontato che, assieme al marito, nel precedente fine settimana, erano stati a Caserta. 

"Siamo partiti venerdì – ha riferito -. Tommaso ha caricato sul proprio Fiat Fiorino l’attrezzatura necessaria per lavori da fare nel giardino di mia sorella in Campania e siamo andati via. Siamo tornati verso le 23.30 di sabato e, a mezzanotte, Tommaso è andato a dormire. La mattina dopo, intorno alle 8, come faccio sempre, sono andata a chiamarlo per aiutarlo a dare da mangiare agli animali, che abbiamo nella stalla, ma non l’ho più trovato". Lui viveva in una bettola, da solo, vicino a quella del resto della famiglia. Secondo la quale lui si sarebbe allontanato di notte, a piedi, portando con sé un bancomat, che da allora risulta non essere mai stato utilizzato. 04 ott. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3334

Condividi l'Articolo