Lanciano. Morto il pittore ed ex consigliere comunale Roberto Gargarella
GUARDA LE FOTO
Se n'è andato all'improvviso... E' deceduto intorno alle 10 di questa mattina, all'ospedale di Chieti, dove era giunto in condizioni gravissime  e dove hanno anche tentato un disperato intervento chirurgico, il pittore Roberto Gargarella, di Lanciano (Ch). Stroncato da un aneurisma che non gli ha lasciato scampo. Era nato in Argentina e lo scorso 2 febbraio aveva compiuto 67 anni. 
 
La notizia ha sconvolto tutti. 
 
"Non si fa così, - scrive sui social Alessandro Di Martino, presidente Anxam Multiservizi - mi avevi promesso che in settimana avremmo fatto quell'asado che ti piaceva tanto.
Mi mancherai, il tuo cuore d'oro e la tua naturale simpatia saranno sempre con me.
A Dio, compañero, il cielo è pronto per accogliere un'altra anima buona".
 
"Tristisstima notizia - afferma il musicista Santino Spinelli, - la morte di un caro amico ed artista...".
 
Viveva nel quartiere Santa Rita, di cui, anche da consigliere comunale - fu eletto con l'Udc nel 2016 nella seconda legislatura dell'amministrazione di Filippo Paolini -, ha sempre denunciato disservizi e problematiche. 
 
Il 27 settembre era morta, a seguito di un tumore, la sorella Elena e, in tanti, si erano stretti a lui, in città, per questo dolore. I funerali della donna si sono svolti a metà della scorsa settimana.
 
"Un amico carissimo. Un uomo di una umanità e bontà uniche. Mai polemico, sempre disponibile - dichiara ad Abruzzolive.tv il sindaco di Lanciano, Filippo Paolini - Per i 70 anni del Circolo ricreativo di Berazategui, realtà con cui la nostra città è gemellata, stavamo programmando un viaggio in Argentina. Gli avevo detto che avrei dovuto rifare il passaporto e ha fatto presente che avrebbe dovuto rinnovarlo anche lui perché, una volta che saremmo andati, si sarebbe fermato lì per diversi mesi. In Argentina, dove c'è la famiglia, e lui stava qui con la sorella alla quale è rimasto accanto per tutta la durata della malattia". Aveva studiato a Buenos Aires e lavorato nell'Associação de Cultura Ítalo-Brasileira de Minas Gerais. Da giovanissimo era arrivato in Abruzzo.
 
Era stato legato da lunga amicizia al pittore Juan Carlos, morto nell'ottobre dello scorso anno (LEGGI QUI). 
 
"Amava profondamente la terra d'Argentina - rimarca Paolini - e le sue tradizioni e stava organizzando una serata con l'asado...  E' uno stile di cottura, alla brace, sconosciuto da noi, ma una delle consuetudini gastronomiche più note del Sud America, di importanza anche storica e sociale.... L'adorava...". 
 
"Un amico e una persona di rare qualità umane, andato via troppo presto - ricorda il sindaco di Fossacesia e segretario dell'Udc Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio -. Ci mancheranno molto la sua travolgente simpatia, la sua disponibilità, l'Argentina che amava raccontare. E non si può certo dimenticare il suo impegno politico nell'Udc e nel Consiglio comunale di Lanciano, interpretato con grande passione a servizio della comunità. Buon viaggio Roberto, sarai sempre nel mio cuore e di tutti gli amici".
 
Lascia la moglie Anna e i figli Camillo, Simone e Stefano.
 
I funerali si svolgeranno lunedì 16 ottobre, alle ore 10.30, nella chiesa parrocchiale di Santo Spirito a Lanciano.
14 ott. 2023
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
 
Foto ANDREA FRANCO COLACIOPPO
totale visualizzazioni: 5982

Condividi l'Articolo