Incidente mortale con la moto ad Ortona. Domani i funerali di Lorenzo Chiavelli

Dolore immenso per la morte drammatica di Lorenzo Chiavelli, 41 anni, geometra, originario di Perano (Ch). Il feretro è giunto oggi, intorno alle 13.30, nell’abitazione di contrada Luzio, ad Altino (Ch), dove il centauro risiedeva dopo che si era sposato.

Ieri, domenica, alle 14.30, si è scontrato frontalmente, mentre era alla guida di una moto Enduro, con una 500 Abarth sulla statale 16, al Lido Riccio di Ortona (Ch). Per lui lesioni gravissime, ripetuti arresti cardiaci, e decesso all’ospedale di Pescara dove è stato elitrasportato.

Da stamani incessante via vai di amici, parenti e conoscenti che gli volevano bene e lo stimavano per porgergli un affettuoso saluto e manifestare il profondo cordoglio alle due famiglie colpite da un angosciante lutto. I funerali sono stati fissati per domani, martedì 11 luglio, alle 15.30, nella chiesa della Madonna di Fatima ad Altino (Ch). Celebra don Andrea Rosati parroco di Montemarcone di Atessa (Ch), in sostituzione dell’assenza del titolare don Luigi Schieda, impegnato fuori regione.

Una tragedia che ha lasciato attonite due comunità, Perano, suo paese d’origine, e Altino dove Lorenzo è andato a vivere con sua moglie Federica Pugliese, appartenente alla nota famiglia di commercianti e artigiani di mobili.

Ieri era uscito con alcuni amici per un ampio giro in moto. Il gruppo era giunto fino a Caramanico, poi il ritorno verso casa anche perché Lorenzo era atteso in spiaggia dai familiari al lido Le Morge. Giunto al Riccio di Ortona il dramma. La moto che di colpo invade la corsia opposta e lo schianto frontale con la Fiat, il cui conducente A.T., 19 anni, ha riportato ferite lievi. Dietro a Lorenzo, a pochi metri, unitamente ai compagni d'avventure, c’era anche un cognato, Vincenzo che, incredulo, ha visto il susseguirsi della collisione, con la moto finita a pezzi. Lorenzo era prudente e procedeva sempre a velocità moderata, nel rispetto del Codice della strada. 

Tutti si stringono ora all’immenso dolore della moglie Federica, della madre Silvana, del padre Enzo e della sorella Barbara. Cuore spezzato anche per i suoceri Mario e Carmelina che lo avevano accolto come un figlio. 

Stamani anche il sindaco di Altino, Vincenzo Muratelli, è andato a salutare Lorenzo e porgere il proprio cordoglio. “Ho abbracciato Federica con grande calore. Il 16 agosto 2019 - ricorda ancora il sindaco - ho celebrato le loro nozze al castello di Semivicoli, e mi commuovo ancora per il meraviglioso evento. Ora la tragedia che ha distrutto le loro vite e che ci ha profondamente rattristato. Lorenzo era solare. Sempre con il sorriso e l’educazione”. 

Lo stesso sindaco di Perano, Gianni Bellisario, ha ricordato la figura di Lorenzo: “Brava persona e gran lavoratore. Tutta Perano manifesta il proprio cordoglio e si stringe alle famiglie”. Sui social tante testimonianze. Un amico scrive: “Lorenzo, bello, un modello, un giovane pieno di spirito e allegria. In una giornata di sole hai spento la luce, ora un buio terribile, che non si rimarginerá. Grazie per i momenti passati insieme, risate, battute e belle parole. Ma come potremmo accettare quanto accaduto”. 10 lug. 2023

WALTER BERGHELLA   

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 9944

Condividi l'Articolo