Lanciano. Versa un centesimo di tasse in meno: arriva l'ingiunzione di pagamento

Totò, come fa nel film “47 morto che parla”, avrebbe esclamato: “E io pago!”.

Arriva l’ingiunzione di pagamento per aver versatuo n centesimo di tasse in meno rispetto al dovuto. Una impresa edile di Lanciano (Ch) ha ricevuto da parte della Soget, società di entrate tributi che lavora anche per il Comune di Lanciano, un’ingiunzione di pagamento, tra l’altro notificata a tutti i soci, per non aver versato nelle casse pubbliche… un centesimo. Il recupero coattivo del credito riguarda la Tari, tassa sui rifiuti riferita all’anno 2017.

“L’ente delegante, cioè il Comune di Lanciano - si legge nell’atto - ha incaricato  Soget Spa all’incasso e alla rendicontazione dei pagamenti…”. Per qualche strana ragione, al momento del pagamento della tassa, di 210,46 euro, l’impresa edile, secondo i calcoli di Soget e secondo il Comune, ha versato un centesimo in meno. Ed ora è scattato il recupero del credito, maggiorato di "interessi di mora" per 6,20 euro e di “spese di notifica e accessori” per 7,83 euro per un totale di 14,04 euro. 

C'è chi, dei soci, si è rivolto anche ad un legale, che gli ha, però, caldamente sconsigliato di procedere con ricorsi perché... "la spesa non vale l'impresa". 16 nov. 2023

@ARIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 7392

Condividi l'Articolo