Vandali in azione alla villa comunale di Casoli

Vandali scatenati alla villa comunale di Casoli (Ch).

E' stato infatti scaraventato a terra, dal piedistallo su cui si ergeva, il busto in bronzo di Mosè Ricci, di Casoli (Ch), eletto senatore, nella Dc, nel 1948 ma che, a causa della sua prematura scomparsa, non concluse la legislatura. Nel 1952, infatti, mentre riaccompagnava in automobile, a Roma, Tina Saragat, figlia del futuro presidente Giuseppe Saragat, che era stata ospite della sua famiglia a Casoli, perse la vita in un incidente stradale nei pressi dell'Aquila. La sua seconda moglie, Aurelia, era figlia del pittore Francesco Paolo Michetti.

Un personaggio illustre a cui Comune di Casoli ha dedicato un busto monumento. "Un atto ignobile ed inspiegabile - dice ad Abruzzolive.tv, il sindaco Massimo Tiberini -. Il busto è stato recuperato dagli Uffici tecnici e sarà presto ricollocato al proprio posto, bloccato da staffe in ferro. Non capisco - tuona il primo cittadino - perché ci si debba accanire contro beni pubblici. E' una vergogna". 

Sono stati danneggiati, inoltre, anche i canestri da basket da poco installati dal Comune per permettere di giocare e di allenarsi, dato che ci sono parecchi ragazzi che frequentano i corsi della società Azzurra di Lanciano. "Sono sconcertato e arrabbiato - riprende il sindaco -. Di sera la villa è chiusa, quindi avranno scavalcato la recinzione per introdursi all'interno. E' già in programma l'installazione di telecamere di videosorveglianza e chiederò maggiori controlli alle forze dell'ordine, in particolare ai carabinieri". 24 set. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1748

Condividi l'Articolo