'Maggioranza non coesa': si dimette il sindaco di Ortona, Leo Castiglione
Il sindaco di Ortona (Ch), Leo Castiglione, annuncia le sue dimissioni. E in un lungo post sulla pagina Facebbok del Comune ne spiega le ragioni.
 
“Sabato 11 febbraio - dice - la mia maggioranza dopo un’accesa discussione in aula consigliare mi ha dato mandato a presentare osservazioni/opposizioni alla richiesta di concessione demaniale marittima per un impianto fotovoltaico offshore di tipo galleggiante, argomento sul quale ci eravamo già confrontati in maggioranza e anche con il nostro consulente. Nella mattinata di venerdì 17 ho appreso che tre consiglieri ( Italia Cocco, Simona Rabottini e Antonio Sorgetti) della mia maggioranza hanno presentato a titolo personale un’osservazione, tradendo nei fatti e negli atti l’impegno preso in Consiglio comunale insieme agli altri otto consiglieri e sfiduciando “politicamente” il sottoscritto senza però assumersi la responsabilità di farlo in Consiglio comunale, raccogliendo le firme per mandarmi a casa".
 
"Il mio percorso politico - evidenzia - è stato sempre all’insegna della coerenza, del rispetto istituzionale dei ruoli e soprattutto del principio fondamentale della democrazia che si fonda sul rispetto delle scelte prese a maggioranza, valori che mi hanno portato a sposare nel 2017 un progetto civico che ha permesso al sottoscritto di essere eletto a Sindaco nel 2017 e riconfermato nel 2022. Dopo i primi 5 anni in cui la mia amministrazione si è distinta per compattezza, laboriosità e concretezza, oggi devo constatare che quel clima e soprattutto quel metodo di governo non esiste più.
Infatti quanto accaduto è solo l’ultimo di episodi analoghi, tante sono state le occasioni in cui ho affermato che noi siamo stati eletti per amministrare e cioè per lavorare ogni giorno fattivamente per il bene della città senza perdere tempo dietro ai mal di pancia di questo o quel consigliere, come accadeva sistematicamente nelle precedenti amministrazioni. Proprio questo è stato uno dei motivi che mi hanno portato a candidarmi a sindaco, portare avanti un nuovo modo di amministrare con cui rimettere al centro il cittadino e l’amministrazione dei fatti e non delle chiacchiere. Per non tradire questi principi e valori oggi sono qui per comunicare alla città che la maggioranza eletta a giugno 2022 non esiste più".
 
"Come ho sempre detto, non sono legato alla poltrona e i miei genitori mi hanno insegnato a guadagnare con onestà la pagnotta. Oggi tre consiglieri comunali non mi permettono più di andare avanti serenamente e di lavorare per il bene della nostra comunità perché hanno dimostrato più volte di seguire un proprio cammino non condiviso dalla maggioranza.
Ortona ha meritato e merita un governo cittadino affidabile e compatto come nella passata consiliatura che consenta di amministrare in modo lungimirante ed efficace e non una idea confusa di maggioranza che oscilli su ripetute prese di posizione prettamente personali fuori da ogni tipo di confronto e dettate forse da aspettative non corrisposte.
Tutto ciò è inaccettabile sia per rispetto degli 8 consiglieri che mi hanno sempre dimostrato fiducia e rispetto istituzionale e personale e sia per rispetto dei cittadini che stanno vivendo problemi economici seri e che non meritano una amministrazione immobilizzata.
Cantieri avviati e cantieri da aprire, importanti finanziamenti in arrivo sul porto e sul patrimonio storico che non possono attendere, la pista ciclabile, un ospedale da salvaguardare ogni giorno a denti stretti, un bilancio 2023 da approvare, un Giro d’Italia da organizzare e tanto altro ancora, tutto questo non può aspettare e la mia serietà, coscienza e coerenza mi portano a non vivacchiare alla giornata ma a prendere la decisione migliore per il bene della città".
 
"Oggi - prosegue Castiglione - per il sottoscritto fare il bene della città significa rimettere la fiducia alla mia maggioranza in primis e a tutto il consiglio comunale. Nei 20 giorni che verranno cercherò di ritrovare una maggioranza compatta e propositiva per il bene della città, altrimenti la parola tornerà ai cittadini nella consapevolezza di non averli mai traditi ma sempre rispettati e rappresentati con onestà.
Il mio ringraziamento va comunque agli 8 consiglieri che sono qui con me, al vicesindaco, agli assessori, al presidente del consiglio, al segretario generale e al mio staff per la fiducia incondizionata che hanno sempre dimostrato nei miei confronti. Un ringraziamento sentito a tutti i dipendenti comunali e alla Polizia locale. Concludo con un rinnovato ed affettuoso ringraziamento a tutti i cittadini di Ortona che anche nei momenti difficili di questi anni mi sono stati sempre vicini”. 18 feb. 2023
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1314

Condividi l'Articolo