Schianto con l'auto sull'A14: muore giovane di Castel Frentano
GUARDA LE FOTO

E' morto a seguito di un incidente sull'A14, in un tratto in cui c'è un cantiere, con lavori  e restringimento di carreggiata. 

La vittima è Andrea Pellicciotta, 29 anni, di Castel Frentano (Ch). La scorsa notte viaggiava, sull'autostrada, su una Sportage Kia, da solo. Andava da Pescara verso casa, quindi in direzione sud, quando, nel tratto tra Miglianico e Francavilla al Mare (Ch), c'è stato lo schianto. Erano le 3.30.

Il ragazzo, in un cambio di carreggiata, per ragioni da accertare, ha perso il controllo del mezzo ed è finito contro le barriere in cemento del guardrail. Urto violentissimo, per cui è stato trovato in condizioni drammatiche dai soccorritori del 118. I rilievi sono stati della polizia di Pescara.

E' stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Chieti, dove è deceduto, per un politrauma addominale e toracico, nella tarda mattinata di oggi, intorno alle 12. I medici hanno tentato anche interventi chirurgici per salvarlo. La Procura di Chieti ha aperto un fascicolo e probabilmente disporrà l'autopsia. 

Una tragica fine per il giovane, che lavorava al "Punto Smile" di "Spadano Distribuzione Srl" a Casoli (Ch). Ieri sera avrebbe dovuto giocare la sua abituale partita di calcetto del venerdì con la propria comitiva, ma il gruppo era al completo e ha fatto slittare la sua presenza in campo. Era uno sportivo doc. 

La Lega nazionale dlettanti: "... era tesserato con L'Ads Casoli C5 e con l'Ads Treglio, club partecipanti ai campionati di serie C2 di calcio a 5 e Terza Categoria di calcio a 11... Il presidente Concezio Memmo, unitamente al Consiglio direttivo, al responsabile C5 Salvatore Vittorio, e a tutte le strutture della Lnd Abruzzo, esprime profondo cordoglio per la grave perdita e vicinanza ai familiari, ai cari e a tutti i compagni di squadra, dirigenti e collaboratori delle compagini in cui militava".

"Ci siamo conosciuti per caso, ormai 12 o 13 anni fa, - lo ricorda su Facebook il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella, un suo caro amico - in quel viaggio a Bruxelles in cui tu, Andrea Titì Pellicciotta , eri con i tuoi coetanei di Castel Frentano, e io dovevo essere il vostro Tutor. Io quel viaggio non lo potrò mai dimenticare perché eravate ragazzi pieni di vita, a volte incontrollabili, ma sempre di una educazione e di un rispetto incredibili, rari. Poi vi ho visti crescere e diventare adulti.... Tu Andrea mi raccontavi di quanto eri felice, innamorato e soddisfatto del tuo lavoro, orgoglioso di avere una persona speciale che ti volesse davvero bene e di sentirti realizzato. Il destino ti ha anche portato a giocare con quel bellissimo gruppo di amici di quel viaggio, tutti in blocco, al Treglio Calcio, la squadra del mio paese. Domenica la vostra ultima vittoria, la seconda consecutiva, e chissà quanto anche questo ti avrà fatto felice". Poi oggi la drammatica notizia. "Mi arriva una telefonata, io ascolto, quasi mi cade il telefono a terra...incredulo chiamo Silvio Di Marco e poi mi chiama il mister Claudio ... E realizzo che non ci sei più. Non posso crederci Tití (questo era il suo nomignolo, ndr), non posso descrivere il dolore che lasci in tutti noi che abbiamo avuto l'onore di conoscerti e di viverti. Fai buon viaggio anima bella e da lassù dai la forza a tuo fratello Gabriele e a tutta la tua famiglia, perché dopo un colpo del genere nessuno può umanamente resistere. Ti voglio bene Angelo del Signore". 

Centinaia di messaggi sui social, anche quello della Virtus Castel Frentano Ads, per il suo ex giocatore, "bomber castellino doc e ragazzo eccezionale. Tutta la nostra società si stringe al dolore dei suoi cari...". 

"Era un ragazzo formidabile. E' nato e cresciuto qui - afferma il sindaco di Castel Frentano, Gabriele D'Angelo - un dolore immenso. Le condoglianze più sentite ai familiari da me e dall'intera comunità".  18 mar. 2023

RIPRODUZIONE VIETATA

Hanno collaborato ALESSANDRO DI MATTEO e ANDREA FRANCO COLACIOPPO

totale visualizzazioni: 20142

Condividi l'Articolo