Lanciano domani protagonista a 'Freedom' con il Miracolo Eucaristico. Legame con il Sacro Graal?
GUARDA LE FOTO
 
"Freedom - Oltre il confine" di Roberto Giacobbo, domani sarà in Abruzzo con un servizio dedicato "ai reperti custoditi nella città di Lanciano" (Ch). Appuntamento alle 21.25 su Rete 4. 
 
‏"Reperti sacri - viene spiegato in una nota della produzione - che sfidano la scienza, un lembo sottilissimo di carne e alcuni frammenti di sangue. Secondo la tradizione si sarebbero formati dalla trasformazione miracolosa di un'ostia e di un calice di vino di fronte ai dubbi di un sacerdote miscredente. Ma si tratta realmente di carne e sangue umani? E quale legame esiste tra queste reliquie e quello che nella letteratura medievale è stato chiamato il Sacro Graal? Proprio a Lanciano si dice fosse nato il soldato romano che trafisse Cristo sotto la croce e che ne avrebbe raccolto il sangue. Può essere solo una coincidenza?"
 
‏Nella stessa puntata si parlerà delle origini del popolo egizio, che per tremila anni ha segnato la storia dell’umanità. Nella mitologia tutto è legato ad una divinità, Osiride, dio della fertilità e dio dei morti. Secondo la leggenda il suo corpo sarebbe stato disperso lungo l’Egitto e sopra ogni sua reliquia sarebbe stato eretto un tempio. Ma cosa c'è di vero in questa tradizione religiosa? E se la storia di Osiride, così piena di umanità, fosse in realtà la trasposizione della storia di un uomo in carne e ossa, vissuto in un passato lontanissimo? Un re dell’inizio dei tempi, che avrebbe fondato la civiltà egizia? Giacobbo, insieme al professor Zahi Hawass, esplorerà un luogo incredibile e poco conosciuto, un pozzo di 30 metri, a pochi passi dalle tre piramidi di Giza, dove si dice fosse conservato il sarcofago del dio Osiride e dove ancora oggi c'è un bacino d'acqua sotterraneo, nel bel mezzo del deserto.
 
Le telecamere di "Freedom" poi entreranno nella chiesa del Sacro Cuore del Suffragio a Roma, che ospita al suo interno un museo unico al mondo, fatto di oggetti che proverebbero addirittura l'esistenza del Purgatorio: impronte di fuoco lasciate da defunti che in qualche modo sarebbero riusciti a comunicare con il mondo dei vivi. Con questi reperti 'di un altro mondo' comincerà la seconda parte dell'inchiesta sulla vita oltre la vita, a cui si aggiungeranno altri tasselli, tra cui la testimonianza sorprendente di una donna che afferma di essere tornata dall’aldilà.
 
La trasmissione - viene ancora sottolineato - "continua a scegliere l’Abruzzo per i suoi servizi, ma anche come set di numerose ricostruzioni storiche, per le comparse e le maestranze specializzate presenti sul territorio. Il producer di Freedom è l’aquilana, d’adozione, Sonia Fiucci.  "Freedom" dall'autunno sarà trasmesso su Italia1. L’Abruzzo e i suoi luoghi incantevoli sono candidati ad essere protagonisti anche nella prossima stagione".
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 2890

Condividi l'Articolo