"Era segnato il destino dell'ospedale di Atessa, che doveva diventare struttura sanitaria per anziani cronici". Ora, invece, Atessa, che ha lottato e protestato e manifestato per mantenere l'ospedale, vede riconosciuto il "San Camillo de Lellis" come presidio di area disagiata. Ed è una festa, con una conferenza stampa affollata di cittadini e di sindaci del Frentano e della Val di Sangro. Interviste al sindaco, Giulio Borrelli; all'assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci; al direttore generale Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco.
A cura di Massimiliano Brutti

23 novembre 2018
totale visualizzazioni: 687

Condividi l'Articolo

Video correlati