Trema la terra nella Marsica. 'A Collelongo solo crepe in alcune case'. L'esperto: 'E' un terremoto... nuovo...'
"E' un terremoto "nuovo" quello di magnitudo 4.2 avvenuto il giorno di Capodanno, non è collegato alle sequenze che hanno colpito l'Italia centrale a partire dal 2016, né al sisma del 'Aquila del 2009”. Così il sismologo Maurizio Pignone, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, analizzando la scossa di 4.2, poi rivalutata in 4.1, registrata ieri nella Marsica, a circa 3 chilometri da Collelongo (Aq), San Vincenzo di Valle Roveto e Villavallelonga. L'esperto aggiunge: "Non si può ancora parlare di un nuovo sciame o sequenza sismica: si è trattato piuttosto - sottolinea - di un evento principale, quasi singolo, con un numero ridotto di eventi successivi, otto al momento, di magnitudo inferiore, il più alto di 2.0 dell'1.19 di notte". Dopo la scossa delle 19.37, quella forte, che ha spaventato e messo in allarme la popolazione, ci sono state, durante la notte diverse scosse di assestamento con intensità minima. La scossa si è sentita in tutta la Marsica, nel Frusinate e a Roma. 

"Notte terribile - dice il sindaco di Collelongo, Rosanna Salucci - e, non potendo escludere nuove scosse, abbiamo aperto il Coc (Centro operativo comunale) e messo a disposizione dei cittadini che vogliano dormire fuori casa, la scuola, dove i volontari della Croce Rossa hanno allestito dormitori di emergenza, e il bocciodromo, che sono in sicurezza”. Dalle prime verifiche effettuate dai vigili del fuoco di Avezzano non sono stati evidenziati danni di rilievo, ma solo crepe sui solai e nei tramezzi di alcune abitazioni. I controlli sono andati avanti per tutta la giornata di oggi con l’ausilio di polizia, carabinieri e vigili urbani e della Protezione civile. La Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade A24 e A25, fa sapere che ponti e viadotti non hanno subito danni. La Provincia rende noto che "a seguito del terremoto, che ha interessato nella serata di ieri, la zona di Collelongo , il presidente della provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, su proposta del presidente della commissione Viabilità, Gianluca Alfonsi, ha immediatamente avviato un’azione ricognitiva sui ponti e viadotti delle strade del fucino, in particolare sulla provinciale 19 Ultrafucense nei tratti che collegano Trasacco – Collelongo – Villavallelonga. Dai primi rilievi effettuati non state riscontrate particolari criticità". 
02 gennaio 2019

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 1356

Condividi l'Articolo