Violenza sulle donne, a Pescara crescono stalking e maltrattamenti

Stalking e soprusi in preoccupante crescita.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

In occasione della "Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne", la polizia di Pescara ha fornito i numeri relativi ai reati, che purtroppo continuano a verificarsi soprattutto in contesti familiari o dopo la fine di relazioni sentimentali. Per quanto riguarda i maltrattamenti in famiglia, va segnalato un aumento dal 2020 al 2021: se infatti nello scorso anno si erano registrati 136 casi (69 a Pescara e 67 in provincia), al momento siamo già a 144 (75 a Pescara e 69 in provincia), con 74 arresti, contro i 55 di un anno fa.

Anche lo stalking, purtroppo, fa segnare una recrudescenza con 165 casi nel 2021 (61 arresti) a fronte di 73 casi nel 2020 (51 arresti). Non scendono nemmeno gli abusi sessuali: quest'anno ne sono già 12, equamente divisi tra Pescara e provincia, mentre nel 2020 erano esattamente la metà, cioè 6 (3 a Pescara e 3 in provincia). Gli arresti sono 8, il doppio di quelli effettuati nel 2020. Crescono anche i dati sull’ammonimento: nel 2020 sono state presentate 19 istanze, di cui ne sono state accolte 14. Nel 2021 sono 30 le istanze e ne sono state accolte 21.
 
Nell’ultimo anno la Squadra Mobile ha svolto un continuo e incessante lavoro in questo campo. A tale riguardo, gli investigatori hanno trasmesso 96 informative con notizie di reato alla magistraura, di cui una per tentato femminicidio; eseguite 14 misure cautelari disposte dalla magistraura, di cui 3 arresti con custodia in carcere e 11 divieti di avvicinamento; effettuato un fermo per violenza sessuale consumata.
 
Quest'anno si è rilevato un aumento dei casi di maltrattamenti in famiglia (anno 2020 – reati 136; anno 2021 reati 144) pari al 6,6%, nonché un aumento decisamente più consistente per gli atti persecutori (anno 2020 reati 73; anno 2021 reati 165), pari al 44,2%.
La sala operativa dal primo gennaio al 20 novembre scorsi ha ricevuto 385 richieste di intervento per liti in ambito familiare; ha compilato, attraverso questo strumento applicativo, 29 schede per interventi riferibili a potenziali situazioni di rischio, inserendo dati quali, ad esempio, l’indirizzo, il numero di telefono e le targhe dei veicoli interessati che non sarebbero disponibili altrimenti nella fase del pronto intervento.
 
Inoltre la Volante, deputata al pronto intervento, ha effettuato, nello stesso periodo, 8 arresti in flagranza di reato (4 per maltrattamenti in famiglia; 2 per atti persecutori e 2 per estorsione di denaro in ambito familiare, in concorso con il reato di maltrattamenti in famiglia). 24 nov. 2021
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 956

Condividi l'Articolo