Paglieta. Tetto si sfonda mentre raccoglie pallone: giovane in prognosi riservata

E’ precipitato da una tettoia per raccogliere un pallone ed è finito in ospedale in prognosi riservata per un'emorragia interna.

Il brutto episodio è avvenuto il giorno di Pasqua a Paglieta (Ch). Protagonista del grave incidente è Antonio D.L., 34 anni, del posto, dipendente della De Cecco,  ma di fatto domiciliato a casa della compagna a Monte Marcone di Atessa (Ch).

Per festeggiare la Pasqua l’uomo era andato a casa dei genitori. E in un momento gioioso si è messo a giocare a calcio con alcuni ragazzi. Improvvisamente il pallone è finito su una tettoia in eternit di un capannone adiacente al vecchio mulino. A quel punto era necessario salire per riprenderlo e di colpo, sotto il suo peso, la copertura, già malmessa, ha letteralmente ceduto, e il giovane è volato da un’altezza di cinque metri rovinando duramente a terra. Prontamente soccorso dai familiari, non presentava alcuna frattura o lesioni esterne e, peraltro, non ha mai perso coscienza. Poi con il loro aiuto si è rialzato ed è rientrato in casa, accusando solamente forti dolori addominali. Pertanto hanno deciso di chiamare l'ambulanza che l'ha trasportato all’ospedale "Renzetti" di Lanciano dove i sanitari lo hanno visitato accuratamente e si sono accorti che aveva una emorragia interna.

I medici hanno deciso l’immediato trasferimento all’ospedale di Chieti dove in serata lo hanno operato d'urgenza per varie lesioni, tra cui al fegato, rene e allo stomaco, oltre ad una polmonite da cibo a causa dei succhi gastrici che erano fuoriusciti dallo stomaco. Il ferito è attualmente in prognosi riservata, in coma farmacologico, per le gravi condizioni, in attesa del miglioramento del quadro clinico. Non corre però rischi dopo l’intervento chirurgico.

“Auguro ad Antonio una pronta e rapida guarigione, senza alcun strascico” – dice il sindaco di Paglieta Ernesto Graziani. I carabinieri della stazione di Paglieta, della compagnia di Atessa, stanno approfondendo la dinamica dell’incidente. Negli ultimi tempi sono state tante le gravi cadute accidentali, anche da tetti, balconi e scale. 11 par. 2023

WALTER BERGHELLA   

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5219

Condividi l'Articolo