Ondata di furti a Fossacesia. Chiesti maggiori controlli alle forze dell'ordine

L'ondata di furti che ha colpito Fossacesia (Ch) nelle ultime settimane ha messo tutti in stato di allerta.

Abitazioni in centro e nelle zone periferiche sono diventate il bersaglio di ladri, scatenando preoccupazioni tra i residenti e richiedendo azioni decise da parte delle autorità. I colpi sono ormai all’ordine del giorno. Le case vengono svaligiate anche durante la  notte. “Una situazione intollerabile”, hanno lamentato alcuni residenti, “perché subire un furto, non è solo un danno materiale, ma un vero e proprio trauma, una violazione, una beffa alla privacy difficile da superare”.

Prese di mira abitazioni in via Bachelet, via Bucciante, via Fonticelli, via Mediana, via Belvedere, e in altre zone. In via Bucciante, semi centrale, una dottoressa al ritorno nel suo appartamento, appena aperta la porta di casa,  si è imbattuta in uno sconosciuto a viso scoperto che, uditi i passi, si è  diretto verso l’uscita. L’uomo è stato messo in fuga dalle urla della sessantenne che l’ha rincorso: il ladro si è calato dal balcone da dove si era intrufolato, nel secondo piano dell’appartamento, attraverso i tubi del gas. La casa era rimasta custodita dal suo setter inglese, che è stato malmenato con una bottiglia di plastica dal malvivente.

Un sltro ladro è stato immortalato dalle telecamere di videosorveglianza mentre cercava di entrare in una abitazione, ma è scappato perché è scattato il sistema di allarme.  

Il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio, intervenendo sull'emergenza, dichiara: "I furti registrati nelle ultime settimane, in particolare nelle abitazioni delle zone periferiche, sono fatti che meritano ancora di più la nostra attenzione. Per questa ragione, in accordo con i carabinieri della locale stazione, che stanno svolgendo il loro compito per risalire agli autori, ho chiesto che i controlli siano intensificati. Abbiamo bisogno del sostegno e supporto di tutti e di un lavoro di squadra per presidiare maggiormente il territorio”. 

Di Giuseppantonio ha concordato con i carabinieri della stazione di Fossacesia, compagnia di Ortona, di aumentare per quanto possibile la vigilanza, in considerazione che la loro competenza riguarda non solo Fossacesia ma anche i comuni di Mozzagrogna, Santa Maria Imbaro e Rocca San Giovanni. Il fenomeno dei furti è in crescita in tutta Italia e in Abruzzo hanno avuto un' impennata.

“Alla sicurezza, per quanto nelle possibilità del mio ruolo di sindaco, ho sempre prestato la massima attenzione – ricorda Di Giuseppantonio -. Ho fatto in modo che fosse potenziata la stazione dei carabinieri e, inoltre, quando il ministero dell’Interno ha riavviato la graduatoria per ottenere il finanziamento per sistema di videosorveglianza in città, dal quale eravamo stati esclusi dai numerosi bandi negli anni precedenti perché il punteggio di Fossacesia relativo al numero dei reati compiuti sul nostro territorio era inferiore a quello degli altri comuni, siamo riusciti ad ottenere uno stanziamento di circa 90 mila euro (di cui 30 mila da attingere dai fondi comunali)".

"Nei prossimi giorni - spiega l'assessore alla Sicurezza, Umberto Petrosemolo, che ha coordinato oggi una riunione dei tecnici e polizia locale - sarà presentato il progetto definitivo e successivamente si procederà all’affidamento dei lavori con l’installazione di videocamere sull’intero territorio municipale, che permetterà il monitoraggio e il controllo delle vie di accesso alla città e della periferia. Non solo: abbiamo avuto, nei giorni scorsi,  comunicazione dalla Regione Abruzzo di un contributo di 30mila, previsto nel bilancio regionale del 2023, destinato all’acquisto di altre videocamere”. Prefettura e forze dell’ordine nel frattempo, proprio per l’aumento dei furti, chiedono ai cittadini di segnalare tempestivamente anomalie e situazioni sospette, in modo da predisporre interventi celeri. 16 gen. 2024

LINDA CARAVAGGIO

@RIOPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1650

Condividi l'Articolo