Lanciano. Colpo di pistola alla tempia: muore avvocato
GUARDA LE FOTO

Un colpo di pistola alla tempia, che ha squarciato la quotidianità e l’ha ucciso. 

E’ morto così, questa mattina, intorno alle 10,  a Lanciano (Ch), l’avvocato Giacomo Nicolucci, di 46 anni. Si è tolto la vita nella sua stanza da letto, proabilmente a causa di un'aritmia cardiaca che l'assillava e che lo faceva stare male. E di cui, probabilmente, era stanco. 

Il dramma nel suo appartamento di viale Martiri 6 Ottobre. Si trovava in camera,  con i familiari, e non si sentiva bene. Di qui la decisione di andare in ospedale. Sono arrivati i genitori di lui. La moglie, Marina Del Malvò, lo ha lasciato per qualche minuto, il tempo di andare ad aprire la porta d'ingresso e far accomodare i suoceri, che avrebbero dovuto occuparsi del bambino di tre anni in loro assenza. 

Lui, che era ancora in pigiama, ne ha approfittato: ha preso la sua Magnum 357 e si è ammazzato. Un colpo secco, che gli ha trapassato il cranio per bucare anche il muro. Il fatto ha sconvolto la città. 

Inutili i soccorsi da parte del personale del 118. Indagini dei carabinieri, arrivati sul posto con il reparto scientifico. Nell'abitazione si è recato anche il pm del tribunale di Lanciano, Francesco Carusi.

Laurea ad Urbino, dove ha anche insegnato, e carriera ben avviata. Nicolucci è stato anche giudice amministrativo della Repubblica di San Marino. Si occupava di ambiente e aveva presentato un progetto di legge per la salvaguardia dell’orso marsicano. Dirigente regionale dell’Ente Produttori selvaggina Abruzzo, era appassionato di caccia, che praticava. Era molto conosciuto. Era esperto di diritto penale e aveva collaborazioni con università e associazioni.  In passato si era anche candidato con il centrosinistra, con il Pd, alle elezioni comunali. Era appassionato di armi.

I funerali domani alle 11 nella cappella del cimitero.

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo 

Nelle immagini la palazzina dove è avvenuto il fatto e l’avvocato 

totale visualizzazioni: 48391

Condividi l'Articolo